rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Cronaca

Lampioni spenti per risparmiare, il Prefetto: "Concilieremo le esigenze di sicurezza stradale e di prevenzione dei reati"

Si è riunito in Prefettura il Comitato ordine e sicurezza pubblica - presenti anche i segretari di Cgil, Cisl e Uil - per individuare un percorso condiviso con i vari sindaci della provincia sui riflessi del caro bollette sulla pubblica illuminazione

Dopo l'approvazione all'unanimità della mozione sulle misure di contenimento dei consumi in relazione alla crisi energetica, arrivata durante il consiglio comunale di Ravenna di martedì, mercoledì si è riunito in Prefettura il Comitato ordine e sicurezza pubblica - presenti anche i segretari di Cgil, Cisl e Uil - per individuare un percorso condiviso con i vari sindaci della provincia sui riflessi del caro bollette sulla pubblica illuminazione. A Russi il Comune già da qualche giorno ha deciso di intervenire spegnendo i lampioni dalle 23.30 alle 5.30 sulla maggior parte delle strade comunali.

"Ne abbiamo parlato ed è emersa l'esigenza di non procedere in modo isolato o disorganico - spiega il Prefetto Castrese De Rosa - Metteremo a disposizione i dati sugli incidenti stradali e sulla georeferenziazione dei reati, in modo che i sindaci possano calibrare le misure di spegnimento in una fascia oraria concordata per contemperare le esigenze di salvaguardia dei bilanci con quelle della sicurezza stradale e di prevenzione dei reati nelle more degli interventi di sostegno auspicati dal Governo. Poi un'adeguata campagna di comunicazione che faremo congiuntamente la prossima settimana. Si è parlato anche di piazza Baracca a Ravenna (dove nei giorni scorsi è andato in scena un altro accoltellamento, ndr), anche qui interventi condivisi di Comune e forze dell'ordine a tutela del contesto urbano e della sicurezza negli ambiti di rispettiva competenza".

312803536_841635633696433_4164914675722351664_n-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lampioni spenti per risparmiare, il Prefetto: "Concilieremo le esigenze di sicurezza stradale e di prevenzione dei reati"

RavennaToday è in caricamento