Cronaca

Lanterne cinesi vietate per tutta l'estate: si rischiano incendi

Fino al 30 settembre in tutto il territorio comunale, compreso l'arenile demaniale, è in vigore il divieto assoluto di impiego delle piccole mongolfiere alimentate da fiamma, cosiddette lanterne cinesi volanti

Fino al 30 settembre in tutto il territorio comunale, compreso l’arenile demaniale, è in vigore il divieto assoluto di impiego delle piccole mongolfiere alimentate da fiamma, cosiddette lanterne cinesi volanti o khom fai, con particolare riferimento allo svolgimento di trattenimenti, spettacoli e feste in generale.


Lo dispone un’ordinanza firmata giovedì dal sindaco di Ravenna Fabrizio Matteucci, sulla scorta di una nota inviata dal Corpo Forestale dello Stato circa il rinvenimento di cinque lanterne cinesi parzialmente combuste all’interno della pineta di Marina Romea. Si ricorda che tali dispositivi rappresentano un potenziale pericolo per l’innesco di incendi boschivi. Infatti, una volta in quota non sono più governabili e possono raggiungere facilmente le pinete distanti pochi metri dagli stabilimenti balneari, con l’elevato rischio di provocarne l’incendio soprattutto nell’attuale stagione di particolare e persistente siccità. La decisione è dunque stata presa a tutela dell’incolumità pubblica e della sicurezza urbana. Le violazioni del divieto saranno punite con una sanzione amministrativa pecuniaria da cento euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lanterne cinesi vietate per tutta l'estate: si rischiano incendi

RavennaToday è in caricamento