rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
Cronaca

Partiti i lavori di ampliamento dell'Adriatica. Sarà sistemato anche lo svincolo del 'Quadrifoglio'

Anas, infatti, ha consegnato all’Ati i lavori di ampliamento della sede tangenziale di Ravenna, per un importo di soli lavori pari a 15 milioni di euro

Grande notizia per il territorio ravennate. Sono partiti i lavori per la realizzazione del primo stralcio di interventi di ampliamento della statale Adriatica. Anas, infatti, ha consegnato all’Ati - composta da Società Cooperativa Braccianti Riminese, Csm, Sias spa e Frantoio Fondovalle srl - i lavori di ampliamento della sede tangenziale di Ravenna, per un importo di soli lavori pari a 15 milioni di euro.

L’intervento riguarda il primo stralcio funzionale di 1,45 chilometri - tra il km 148,790 e il km 150,240 della statale - nell’ambito di più ampio progetto di riqualificazione della statale Adriatica ricadente nel territorio del Comune di Ravenna, che prevede l’allargamento della sezione stradale dall’attuale larghezza di 14,50 metri alla larghezza di 20,60 metri prevista dalla tipologia “B–Extraurbana principale” del DM 05/11/2001 con installazione dello spartitraffico centrale di tipo Ndba (National Dynamic Barrier Anas).

Nell’ambito dei lavori è previsto anche il rifacimento del sistema di raccolta e di convogliamento delle acque di piattaforma, l’installazione di barriere di sicurezza laterali e gli impianti di illuminazione dello svincolo. In questo primo stralcio è prevista, inoltre, la sistemazione dello svincolo a quadrifoglio in corrispondenza dell’intersezione con la strada comunale Via Savini, con adeguamento dei raggi delle rampe e l’inserimento di due carreggiate complanari alla statale Adriatica in ambo le direzioni. I cantieri hanno preso il via lo scorso 21 novembre per una durata prevista di circa 600 giorni (20 mesi).

L'avvio dei lavori per il primo stralcio dell'ampliamento della tangenziale di Ravenna è stato uno dei temi discussi martedì in un tavolo di confronto convocato al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, su iniziativa del deputato romagnolo Alice Buonguerrieri, a cui hanno partecipato il viceministro Galeazzo Bignami e per Anas il responsabile dei rapporti istituzionali con il Parlamento Lelio Russo e il capodipartimento Emilia-Romagna Aldo Castellari. "L'apertura del cantiere è una notizia importante per Ravenna - commenta Buonguerrieri - Si tratta di un'opera che si inserisce in un piano di interventi complessivi per la Romagna sul quale continuerà il confronto con Anas al Mit. Nell'incontro di martedì abbiamo fatto il punto della situazione, anche rispetto al precedente piano, verificando quali le opere inserite che attendono la necessaria copertura finanziaria per poter essere messe in esecuzione. Il tema infrastrutturale è centrale per lo sviluppo del territorio, terrò monitorata questa partita affinché le opere programmate possano vedere finalmente principio e affinché possano essere inserite nel prossimo piano degli investimenti tutte quelle opere ancora non previste ma che, anche sulla scorta di tutte le osservazioni raccolte sul territorio, risultano prioritarie per la Romagna. Da parte mia massimo impegno e massima attenzione verso il tema".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Partiti i lavori di ampliamento dell'Adriatica. Sarà sistemato anche lo svincolo del 'Quadrifoglio'

RavennaToday è in caricamento