menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riprendono i lavori per la "passerella" della Darsena: ma slitta la data di consegna

Il Coronavirus allunga i tempi anche per il progetto di riqualificazione del lungocanale ravennate. Proseguono intanto i lavori di bonifica dell'Orangerie, l'area verde che sorgerà a fianco dell'ex tiro a segno

Proseguono i lavori di riqualificazione della Darsena di Ravenna, ma purtroppo si dovrà aspettare ancora qualche mese prima che l'opera sia conclusa. Il progetto tanto atteso, che dovrebbe cambiare il volto del lungocanale ravennate, aveva visto l'apertura dei cantieri già nell'autunno del 2019, ma in questa primavera gli interventi per rinnovare l'immagine della Darsena sono stati bloccati a causa dell'emergenza Coronavirus.

Dopo la sospensione causata del Covid, i lavori sono ripresi dal 27 aprile. "Ma la pausa forzata impedirà il termine dell'opera in primavera - spiega l'assessora all'urbanistica e alla rigenerazione urbana Federica Del Conte - probabilmente ci sarà uno slittamento nella consegna dei lavori verso i primi giorni dell'autunno 2020".

Il primo stralcio del progetto prevede la realizzazione di una passerella in legno e acciaio zincato sopraelevata di 80 centimetri, della lunghezza di 280 metri e larga 5 metri e mezzo, lungo via D’Alaggio. Il cantiere interessa il primo tratto del lungocanale, la parte vicina alla testata della Darsena. L’impegno economico è di 700mila euro, in attesa dello sblocco dei fondi statali del bando periferie. Al termine dell'opera la passerella sarà lunga 1.140 metri e comprenderà i seguenti principali allestimenti e attrezzature: una scalinata all’inizio e una alla fine, quattro scalinate distribuite lungo il percorso, due rampe al 5 per cento, una rampa per un ipotizzato futuro pontone di accesso all’acqua anche per disabili, otto luoghi per la sosta con panchine, tre gradonate lungo la via D’Alaggio, di cui una alberata, una gradonata di 25 metri destinata a verde, 22 alberi, oltre 1.400 piantine di arbusti, erbe perenni, rampicanti, 28 pali per la pubblica illuminazione e 16 luci ad incasso, 10 leggii dedicati alla “passeggiata letteraria”, 4 gruppi di porta biciclette e 6 cestini portarifiuti.

Insomma, il Coronavirus ha creato un ritardo nella complessa opera di riqualificazione della Darsena che non si limita alla realizzazione della nuova passerella sopraelevata, ma anche i lavori relativi alla rete fognaria che stanno andando avanti: un intervento per 9 milioni di euro che prevede sia l'nfrastrutturazione della rete fognaria che la predisposizione per la fibra. Sono invece ancora in corso le procedure per l'affidamento dei lavori dell'"Orangerie", l'area verde che sorgerà a fianco dell'ex tiro a segno fra via D’Alaggio e via Trieste. Allo stato attuale, ci spiega l'assessora Del Conte "è iniziata l'operazione di bonifica dei terreni".

darsena-mare-piazza-riqualificazione-rendering-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il gioco da tavolo dell'Inferno di Dante approda a Ravenna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento