rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Lavori per sistemare le buche sulla statale: viabilità modificata per un mese

Da lunedì 12 marzo saranno istituiti sensi unici alternati in diverse province, tra le quali quella di Ravenna

Per consentire interventi di ripristino dei guardrail su tratti saltuari di alcune strade statali della regione, da lunedì 12 marzo (esclusi i weekend) saranno istituiti sensi unici alternati in diverse province, tra le quali quella di Ravenna. In particolare gli interventi sono previsti tra il km 142,269 e il km 188,200 della statale 67 Tosco-Romagnola. La conclusione dei lavori è prevista entro il 14 aprile 2018.

Anas raccomanda prudenza nella guida e ricorda che l'evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile anche su tutti gli smartphone e i tablet con l'applicazione “Vai”. Inoltre il servizio clienti "Pronto Anas" è raggiungibile chiamando il numero verde gratuito 800841148. 

Le cause

Dall'inizio della prolungata fase perturbata, informano i tecnici del Comune, sono stati un migliaio gli interventi effettuati. I dissesti sono da attribuire principalmente all'effetto “pumping”, cioè quando l'asfalto non riesce più a trattenere l'acqua, facendola riaffiorare sotto la spinta del passaggio dei veicoli. “Il tappeto presente non è impermeabile e quando piove con insistenza si possono verificare le situazioni che stiamo fronteggiando, soprattutto se l'asfalto è vecchio – viene spiegato -. Le buche vengono chiuse con asfalto a freddo, anche sotto la pioggia. Possono verificarsi anche delle riaperture, ma queste sono dovute al fatto che attorno alla crepa riparata è già in atto un distacco del tappeto nell'area perimetrale, accelerato nelle ultime dall'azione dell'acqua e nei giorni scorsi anche dal ghiaccio”. 

Effetto sale

Ad aggravare la situazione è stato anche il sale rilasciato per evitare la formazione del ghiaccio. Se da un lato ha evitato incidenti ad automobilisti e pedoni, dall'altro ha corroso il bitume. Ma non c'è solo il sale tra i responsabili della formazione delle crepe. Tali si sono formate anche in seguito alle infiltrazioni d'acqua negli strati sottostanti, che, gelandosi con le temperature scese abbondantemente al di sotto dello zero, hanno di fatto aperto l'asfalto. “Il sale – viene spiegato dai tecnici – deteriora prima il manto stradale, modificando la chimica del bitume. E' meno impermeabile”. Dall'ufficio Gestione Strade della Provincia informano di diffusi dissesti sul piano viabile, ma anche di problematiche relative al cedimento delle scarpate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavori per sistemare le buche sulla statale: viabilità modificata per un mese

RavennaToday è in caricamento