rotate-mobile
Cronaca

Anche i lavori a Savarna stoppati dall'interdittiva antimafia, l'assessore: "Aspettiamo le decisioni di Magistratura e Prefettura"

Anche per i lavori alla piastra polivalente a Savarna, nel forese, il destino è incerto dopo l'interdittiva antimafia nei confronti del Consorzio Reserarch a cui sono stati affidati i lavori

Non c'è solo il nuovo Palasport di Ravenna: anche per i lavori alla piastra polivalente a Savarna, nel forese, il destino è incerto dopo l'interdittiva antimafia nei confronti del Consorzio Reserarch a cui sono stati affidati i lavori. "Siamo in attesa delle decisioni della Magistratura e della Prefettura", sottolinea l'assessore ai Lavori pubblici Federica Del Conte, rispondendo giovedì pomeriggio in consiglio comunale a una interrogazione di Veronica Verlicchi della Pigna, che sullo stop sui lavori al palazzetto chiede una commissione consiliare di indagine.

L'appalto per i lavori a Savarna, ricostruisce Del Conte, è stato affidato il 28 giugno del 2021 e in seguito il cantiere è stato sospeso per la difficoltà a reperire le materie prime necessarie. Sono stati realizzati le fondazioni, la piastra gioco, i marciapiedi e alcune predisposizioni di impianti. A inizio aprile la società ha fatto richiesta di risoluzione del contatto, prosegue l'assessore, per l'insostenibilità dell'impegno a causa dell'impennata dei prezzi. E mentre l'amministrazione stava valutando l'accoglibilità, è arrivata la notizia dell'interdittiva, anche se "non risulta nulla dalle Prefetture né dalla banca dati nazionale Antimafia". Il 19 aprile, conclude, "nella prima data utile, siamo intervenuti con il verbale di sospensione del cantiere e ora si attendono appunto le disposizioni di Magistratura e Prefettura".

"Si poteva intervenire prima", lamenta Verlicchi dato che la Regione Liguria ha dato lo stop ai cantieri interessati già il 15 aprile. "Qui invece non è stato ricevuto nulla dalla Prefettura, come è possibile?", si chiede la civica, ricordando inoltre che da contratto i lavori andavano conclusi entro 90 giorni dalla firma: "Se si stava nei tempi non saremmo ingabbiati dall'interdittiva". Il risultato è "il forte disagio per i ragazzi di Savarna che svolgono attività sportiva", conclude Verlicchi caldeggiando la richiesta di penali. (Dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche i lavori a Savarna stoppati dall'interdittiva antimafia, l'assessore: "Aspettiamo le decisioni di Magistratura e Prefettura"

RavennaToday è in caricamento