rotate-mobile
Cronaca

‘Lavoro cerca Università’, giovani e occupazione: nuovi tirocini in arrivo

Il successo dell’iniziativa sta nel fatto che i progetti corrispondono a effettive esigenze delle aziende a coprire la posizione che offrono. Rappresentano dunque opportunità lavorative reali, che potrebbero effettivamente aprirsi per chi si candida

Dopo l’appuntamento di aprile, la terza edizione di Lavoro cerca Università torna a settembre con nuove offerte di tirocinio retribuito destinate ai giovani laureati in cerca di occupazione. Mercoledì è infatti in programma a palazzo dei Congressi una nuova giornata dedicata all’incrocio di domanda e offerta di lavoro. All’evento, realizzato grazie all’impegno congiunto di Comune di Ravenna, Fondazione Eni Enrico Mattei, Fondazione Flaminia, Campus di Ravenna (Alma Mater-Università di Bologna), associazioni di categoria e Centro per l’impiego di Ravenna, saranno presenti 24 imprese del territorio interessate a investire sui giovani.

Nel complesso, saranno disponibili 29 tirocini retribuiti (600 euro mensili) a cui potranno candidarsi i laureati del Campus di Ravenna o i laureati anche in altro ateneo purché residenti a Ravenna (modalità di iscrizione su www.fondazioneflaminia.it). Le proposte di tirocinio sono eterogenee e spaziano dall’ambito economico a quello dei beni culturali, dal settore giuridico a quello scientifico ambientale. Ci sono progetti che riguardano l’informazione e la comunicazione sui nuovi media, ma anche il campo dell’ingegneria, delle lingue straniere e del marketing.

Questo l’elenco delle aziende che offrono i tirocini: Associazione Pacto, Astim srl, B.F.C srl – Tecnologie edilizie, Centro Sviluppo Software srl, Cmc, Energy Casa, Esperide Viaggi, Fbs, Gonet srl, Il Sestante, Impronte Soc.Coop., Ipm, Italdron, Kokomosaico, Kronosan srl – Gruppo Gvm Care e Research, Museo delle Bambole, Museo del Risorgimento, Nuovo Diario Messaggero, Panebarco sas, Studio Tecnico Ing. Maurizio Guadalti, Techno srl, Tre-Tozzi, Vega srl, VM Sistemi spa.

Il successo dell’iniziativa sta nel fatto che i progetti corrispondono a effettive esigenze delle aziende a coprire la posizione che offrono. Rappresentano dunque opportunità lavorative reali, che potrebbero effettivamente aprirsi per chi si candida. L’esperienza di tirocinio poi, rappresenta a prescindere una grande opportunità per i giovani neolaureati: in questo modo arricchiscono il proprio percorso formativo e maturano quelle competenze tecnico-professionali e relazionali nel campo di interesse che spesso sono condizione imprescindibile per l’inserimento lavorativo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

‘Lavoro cerca Università’, giovani e occupazione: nuovi tirocini in arrivo

RavennaToday è in caricamento