menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le aree verdi di Ravenna disegnate dai bambini nel "Calendambiente 2019"

Il calendario, che si pubblica ormai da oltre dieci anni, è dedicato alle zone naturali e alle aree verdi di Ravenna ed è realizzato con i disegni delle bambine e dei bambini delle scuole del territorio

Il Multicentro Ceas (Centro per l’educazione alla sostenibilità) del Comune mette a disposizione dei cittadini interessati, fino ad esaurimento scorte, il “Calendambiente 2019”, il calendario da tavolo realizzato con i disegni dei bambini che hanno partecipato al concorso "Disegno l'Ambiente" riservato alle scuole partecipanti all'iniziativa "Mese dell'Albero in Festa". Il calendario potrà essere ritirato nella sede dell’ufficio Multicentro Ceas, al secondo piano di piazzale Farini 21, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13. Il calendario, che si pubblica ormai da oltre dieci anni, è dedicato alle zone naturali e alle aree verdi di Ravenna ed è realizzato con i disegni delle bambine e dei bambini delle scuole del territorio selezionati dal concorso “Disegno l’Ambiente - 2018” che rientra nelle attività dello storico progetto il “Mese dell’Albero in Festa”.

“Questo evento – afferma l’assessore all’Ambiente Gianandrea Baroncini - è realizzato come sempre dal Comune di Ravenna, con il suo Multicentro Ceas RA21, grazie alla preziosa collaborazione delle associazioni venatorie, ambientaliste e di enti, istituzioni e aziende da sempre sensibili alle tematiche ambientali. Il progetto coinvolge oltre 5.000 bambine e bambini delle scuole materne e primarie, pubbliche e private del territorio ravennate che vengono accompagnati a visitare e vivere le nostre pinete,  mettendo a dimora migliaia di piantine o partecipando ai percorsi didattici in cui la natura circostante è protagonista. L'impegno dell'Amministrazione comunale nasce dalla consapevolezza che solo attraverso uno stretto contatto con la natura, vivendone le esperienze, il bambino diventa sensibile ad essa. Lo spazio naturale diventa così “primo educatore”. Questo legame educa i bambini non solo a diventare competenti, ma ad avere cura della natura e a proteggerla”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Occhi al cielo per ammirare la Superluna "rosa" di aprile

Cronaca

A Lido di Dante spuntano i nuovi "murales" dedicati al Sommo Poeta

Sicurezza

Una casa pulita in maniera green con il vapore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento