Cronaca

Le aziende 'solidali' adottano progetti sociali: in 10 anni raccolti quasi 500mila euro

Le adozioni hanno rappresentato una concreta possibilità per le associazioni di realizzare i tanti progetti rivolti ai cittadini del territorio e ai loro bisogni

“Adotta un progetto sociale, diventa un’azienda solidale” è giunto alla decima edizione e, come di consueto, anche se posticipata dallo scorso dicembre, si è svolta la cerimonia di ringraziamento dell’Amministrazione a imprese e singoli cittadini che, con il loro contributo economico pur in un momento così difficile, hanno permesso di realizzare numerosi progetti presentati da associazioni della città. Le adozioni, proprio per l’impossibilità di organizzare eventi per raccogliere fondi e autofinanziarsi, hanno rappresentato una concreta possibilità per le associazioni di realizzare i tanti progetti rivolti ai cittadini del territorio e ai loro bisogni.

“Adotta un progetto sociale, diventa un’azienda solidale”, ideato dal Comune di Ravenna, pur rappresentando solo una minima parte dello straordinario contributo economico che le aziende, autonomamente, hanno sempre riconosciuto alle associazioni del territorio, si è inserito nel contesto della responsabilità sociale di impresa e in 10 anni sono stati raccolti quasi 500mila euro che hanno permesso di finanziare tantissimi progetti.

Alla cerimonia, svoltasi nel giardino della Rocca Brancaleone, erano presenti i rappresentanti degli operatori economici e i privati cittadini che hanno fatto le donazioni e chi le ha ricevute accolti dal sindaco Michele de Pascale e dagli assessori Massimo Cameliani, alle Attività produttive, e Gianandrea Baroncini, al Volontariato.

“La cerimonia di consegna degli attestati rappresenta sempre un momento di festa e di condivisione – ha affermato il sindaco –. L’impegno dell’Amministrazione comunale nel far incontrare le esigenze del mondo del volontariato con il mondo economico e imprenditoriale è ripagato dalla risposta concreta di chi dona a cui va il nostro sincero grazie. Così come grande riconoscenza è rivolta a coloro che, offrendo il proprio tempo libero, si mettono a disposizione di chi ha bisogno. È evidente come la responsabilità sociale è radicata sia a livello imprenditoriale che nell’associazionismo e per questo sono molto orgoglioso di rappresentare la nostra comunità. A maggior ragione proprio in questo particolare contesto storico legato alla pandemia che ha messo a dura prova la situazione economica di moltissime persone, aziende e associazioni. Per questo desidero esprimere la mia gratitudine a chi ha deciso comunque di adottare un progetto sociale dimostrando generosità e senso civico”.

Quest’anno sono stati 21 i soggetti che hanno "adottato" un progetto, fra aziende, istituti di credito, commercianti e due privati cittadini. Questi operatori economici e non contribuiscono alla realizzazione (in parte o completamente) di 26 progetti proposti da altrettante associazioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le aziende 'solidali' adottano progetti sociali: in 10 anni raccolti quasi 500mila euro

RavennaToday è in caricamento