rotate-mobile
Cronaca

Le Clarisse Cappuccine accolgono le sorelle di Parma trasferite dopo più di tre secoli

Il trasferimento è l’esito di molti anni in cui il monastero di Parma non ha visto l’ingresso di nuove sorelle e ha vissuto il progressivo invecchiamento e la morte della maggior parte dei membri della comunità

Martedì le monache Clarisse Cappuccine di Strada Farini - “le suore del Bambino” di Parma sono state trasferite nel monastero delle Clarisse Cappuccine di Ravenna, in via Pietro Alighieri. Dopo più di tre secoli di presenza, si chiude un’esperienza di santità e di testimonianza per la città di Parma. Il trasferimento è l’esito di molti anni in cui il monastero di Parma non ha visto l’ingresso di nuove sorelle e ha vissuto il progressivo invecchiamento e la morte della maggior parte dei membri della comunità - spiegano dalla Diocesi - Già da alcuni anni vi erano in loro aiuto due sorelle provenienti dal monastero di Asmara (Eritrea).  Secondo le norme ecclesiali che regolano la vita dei monasteri, quello di via Farini ha perso la sua autonomia giuridica da tempo e adesso le tre sorelle superstiti - che hanno un’età compresa tra i 100 e gli 80 anni - impossibilitate a gestire la vita comunitaria ordinaria, hanno scelto - in maniera consapevole e dignitosa - di unirsi ad altre sorelle per proseguire l’esperienza comunitaria clariana.

"Le sorelle ringraziano di tutto cuore la città, le sue istituzioni ecclesiali e civili, i tanti e tante che negli anni si sono fatti vicini con sostegno e aiuto spirituale, morale e materiale, e che hanno consentito loro di vivere con serenità la dedizione a Dio e la sequela al Signore Gesù Cristo. Continueranno a pregare per la cara città di Parma e per la sua Chiesa.  Per volontà delle sorelle la “Chiesa del Bambino” - meta di pellegrinaggio costante di tanti parmigiani - continuerà a rimanere aperta grazie alla collaborazione della Diocesi di Parma, per quanti quotidianamente entrano e si fermano per un saluto e una preghiera".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le Clarisse Cappuccine accolgono le sorelle di Parma trasferite dopo più di tre secoli

RavennaToday è in caricamento