menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le foto di Paolo Pellegrin nel Calendario 2020 della Polizia

L’attività della Polizia di Stato, illustrata sulle pagine del Calendario della Polizia di Stato 2020, sarà realizzata dal fotografo Paolo Pellegrin

L’attività della Polizia di Stato, illustrata sulle pagine del Calendario della Polizia di Stato 2020, sarà realizzata dal fotografo Paolo Pellegrin, uno dei migliori fotoreporter del mondo e vincitore di dieci edizioni del World Press Photo. I dodici scatti di Pellegrin, che andranno a realizzare le tavole dei mesi del 2020 nel nuovo calendario, rappresenteranno l’attività operativa delle donne e degli uomini della Polizia di Stato impegnati nel loro servizio quotidiano.

Dal 2001 il ricavato della vendita del calendario della Polizia di Stato è destinato a finanziare alcuni appelli umanitari dell'Unicef; solo lo scorso anno la vendita dei calendari della Polizia di Stato ha permesso di devolvere 176.000 euro al progetto Unicef “Yemen”. Quest'anno il ricavato della vendita sarà destinato al sostegno del progetto “Trentesimo anniversario della Convenzione Onu dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza”. La ricorrenza vuole essere uno stimolo per riaffermare i diritti degli under 18; purtroppo, nonostante siano trascorsi trenta anni dalla firma della Convenzione alle Nazioni Unite, ancora troppo bambini e adolescenti vengono privati dei loro diritti continuando a essere destinatari di abusi, violenze e discriminazioni. Anche quest’anno una quota del ricavato delle vendite del calendario sarà devoluto dal Comitato Italiano per l’Unicef al Fondo Assistenza per il personale della Polizia di Stato.

E' possibile prenotare il calendario da parete (costo 8 euro) e il calendario da tavolo (costo 6 euro) entro il 23 settembre previo versamento sul conto corrente postale nr. 745000, intestato a “Comitato Italiano per l’Unicef”. Sul bollettino dovrà essere indicata la causale “Calendario della Polizia di Stato 2020 per il progetto Unicef “Trentesimo anniversario Convenzione Onu diritti dell’infanzia”. La ricevuta del versamento sarà poi presentata agli Uffici Relazioni con il Pubblico di tutte le Questure d'Italia che forniranno dettagli sulla consegna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il gioco da tavolo dell'Inferno di Dante approda a Ravenna

Salute

Cos'è e come si misura l'Indice di Massa Corporea?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento