Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Le misure legate al Coronavirus non vietano i funerali: le limitazioni consigliate

Non sono state diffuse specifiche restrizioni o obblighi per le attività funebri e cimiteriali, e rimane obbligatorio garantire i servizi essenziali, tra cui il servizio funebre e la sepoltura (o la cremazione)

"Le misure nazionali e regionali messe in atto in vista della prevenzione del diffondersi del Coronavirus non precludono, sul nostro territorio, il regolare svolgimento dei funerali civili". E' quanto afferma Aser, agenzia di onoranze funebri a controllo pubblico. Non sono state diffuse specifiche restrizioni o obblighi per le attività funebri e cimiteriali, e rimane obbligatorio garantire i servizi essenziali, tra cui il servizio funebre e la sepoltura (o la cremazione).

"Si ritiene però sensato adottare misure di contenimento preventivo al pari di quelle per l’assembramento in luoghi di culto", viene evidenziato. Al riguardo, una recente nota dell’Arcidiocesi di Ravenna-Cervia sottolinea che “per i funerali, qualora il numero dei partecipanti sia elevato, si suggerisce di limitarsi al rito delle esequie nella forma più breve”, e la Diocesi di Faenza-Modigliana specifica che “i funerali saranno celebrati senza Messa, con il semplice rito delle esequie e alla presenza dei familiari più stretti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le misure legate al Coronavirus non vietano i funerali: le limitazioni consigliate

RavennaToday è in caricamento