menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le mostre di Dante: in attesa della riapertura arrivano i virtual tour

Sono stati intanto pubblicati 4 teaser pubblicitari che presentano i progetti espositivi in programma in vari spazi della città

In attesa della riapertura di musei e biblioteche sono online dal 23 dicembre quattro teaser promozionali sul progetto espositivo "Dante. Gli occhi e la mente", che riunisce le tre mostre promosse in occasione del VII centenario della morte di Dante Alighieri.

I teaser anticipano il lancio dei virtual tour delle mostre che verranno presentati a gennaio 2021 e permetteranno di entrare nel cuore del progetto con una selezione di opere rappresentative della mostra Inclusa est Flamma, attualmente allestita in Biblioteca Classense, e un’anticipazione delle opere che saranno visibili nelle mostre Le Arti al tempo dell’esilio e Un’epopea pop, che si svolgeranno rispettivamente a marzo presso la chiesa di San Romualdo (angolo via Baccarini e via Rondinelli) e, a settembre, presso il Mar – Museo d’Arte della città di Ravenna.

Inclusa est flamma. Ravenna 1921: il Secentenario della morte di Dante a cura di Benedetto Gugliotta, inaugurata lo scorso settembre (in programma fino a maggio alla Biblioteca Classense), ricorda il VI centenario dantesco del 1921 svolto a Ravenna alla presenza del Ministro della Pubblica Istruzione Benedetto Croce.

Le Arti al tempo dell’esilio (6 marzo- 4 luglio 2021 nella Chiesa di San Romualdo), mostra a cura di Massimo Medica ripercorre le tappe dell’esilio dantesco, attraverso una raffinata selezione di opere fondamentali dei più importanti artisti del tempo di Dante, come Giotto e Cimabue, concesse dai più prestigiosi musei internazionali come le Gallerie degli Uffizi, i Musei Vaticani, il Louvre, il Monastero dell’Escorial di Madrid, la Galleria Nazionale dell’Umbria.

La terza mostra, Un’Epopea pop, a cura di Giuseppe Antonelli, si svolgerà al MAR - Museo d’Arte della città di Ravenna nel settembre 2021 e mostrerà la fortuna popolare della figura di Dante Alighieri che attraversa i secoli e i generi espressivi. Si tratta di un racconto che presenterà testimonianze letterarie, grafiche e artistiche, fotografiche e cinematografiche, musicali e pubblicitarie legate al Sommo Poeta, con centinaia di oggetti esposti, da manoscritti del Trecento fino agli articoli di merchandising. Intrecciato alla mostra un percorso d’arte contemporanea, a cura di Giorgia Salerno, proporrà una voce fuori campo e vedrà le opere di artisti contemporanei, come Edoardo Tresoldi, Richard Long, Kiki Smith, Rä di Martino e tanti altri, scelte in attinenza concettuale a riferimenti danteschi con temi guida come le anime, la figura femminile, il sogno, il viaggio e la luce.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento