Cronaca Cervia

Legge 'Anticorruzione', controllati atti Comune Cervia: tutto regolare

Come previsto dalla Legge numero 190/2012 cosiddetta "Anticorruzione", con decreto del presidente della Repubblica entra in vigore in Italia il Codice di comportamento dei dipendenti pubblici.

Come previsto dalla Legge numero 190/2012 cosiddetta “Anticorruzione”, con decreto del presidente della Repubblica entra in vigore in Italia il Codice di comportamento dei dipendenti pubblici. Nell’ambito di quanto disposto dalla stessa legge 190, nonché in materia di controlli e di trasparenza, il Comune di Cervia ha predisposto il primo report sui controlli effettuati, di cui martedì è stata data informazione a Giunta e Capigruppo consiliari.

I controlli sono stati effettuati nel periodo dal 18 febbraio al 31 maggio scorso. Come da regolamento, gli atti amministrativi sottoposti a controllo sono stati selezionati a campione (a sorteggio) e hanno riguardato 2 contratti, 16 determinazioni dirigenziali, 5 ordinanze dirigenziali e 18 altri atti amministrativi. I controlli non hanno fatto emergere illegittimità o criticità di particolare rilievo.

Rientra in questo ambito anche la delibera di Giunta, di prossima pubblicazione, che ha come oggetto “Individuazione procedimenti amministrativi del Comune di Cervia e definizione dei termini di conclusione” che approva la definizione dei procedimenti amministrativi del Comune e ne indica, nelle schede di settore allegate alla delibera, i termini di conclusione, il responsabile del procedimento e l’organo competente all’adozione del provvedimento.

Tale revisione dei vari procedimenti amministrativi segue il grande lavoro svolto all’interno dell’ente a partire dal regolamento sui Procedimenti amministrativi approvato nel 2010, cui ha fatto seguito il censimento di tutti i procedimenti. Quest’ultima delibera risponde anche a quanto previsto dal decreto legislativo 22 del 14 marzo scorso in tema di “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”.
 
In contemporanea al decreto del Presidente della Repubblica richiamato all’inizio, nel Comune di Cervia entra anche in vigore il “Disciplinare per la gestione e l’utilizzo di apparati e servizi informatici e telefonici del Comune di Cervia”, che oltre a recepire quanto indicato del decreto firmato da Napolitano, riunisce tutte le disposizioni già esistenti (in particolare il codice dell’amministrazione digitale e il testo unico in materia di privacy) per quanto riguarda le regole che i dipendenti comunali devono rispettare in merito all’utilizzo dei mezzi e degli strumenti messi a disposizione dell’ente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legge 'Anticorruzione', controllati atti Comune Cervia: tutto regolare

RavennaToday è in caricamento