rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Lo squacquerone romagnolo in tour alla conquista dell'Europa

Obiettivo dell’associazione è promuovere il valore della Dop, la qualità certificata da questo marchio europeo di grande prestigio, la sicurezza della filiera e la responsabilità etica

Si è concluso l’evento promozionale promosso dalla Associazione Squacqueone di Romagna Dop a Francoforte, Amsterdam e Anversa all’interno di una progettualità, un Ati, costituitasi con Consorzio Vini di Romagna e Consorzio Olio di Brisighella Dop. Il formaggio più rappresentativo della Romagna, lo Squacquerone Dop, ha quindi partecipato al ProWein e ad altre tappe previste dalla progettualità nata per consolidare le eccellenze del nostro territorio.

Lo Squacquerone di Romagna Dop, celebre sposo della piadina, è stato raccontato da Renato Brancaleoni, romagnolo, maestro affinatore di fama internazionale, direttore di Alma Caseus. L’Associazione Produttori di Squacquerone di Romagna DOP ha anche presentato il nuovo sito internet che racconta tradizioni, storia e territorio di questo goloso formaggio, morbido per natura, dolce e dal sapore di latte. I caseifici aderenti all’associazione sono sei: Caseificio Comellini, Caseificio Sicla, Caseificio Mambelli, Centrale del Latte di Cesena, Caseificio Pascoli, Caseificio Spadoni. Obiettivo dell’associazione è promuovere il valore della Dop, la qualità certificata da questo marchio europeo di grande prestigio, la sicurezza della filiera e la responsabilità etica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo squacquerone romagnolo in tour alla conquista dell'Europa

RavennaToday è in caricamento