Lotta ai furti, controlli straordinari dell'Arma: nella rete finiscono ladri di bici

Sono state identificate 1.052 persone, di cui 168 di nazionalità straniera, elevate 27 contravvenzioni al codice della strada e ritirata una patente di guida.

E' di tre arresti e due denunce a piede libero il bilancio di un servizio straordinario di controllo del territorio svolto dai Carabinieri del comando provinciale di Ravenna e focalizzato nelle aree più degradate, con l'obiettivo di contrasto ai reati, soprattutto dei furti, in particolare di biciclette.  L’attività, effettuata con posti di blocco e controllo predisposti nelle principali arterie di comunicazione e nelle aree più sensibili, ha consentito di identificare complessivamente 1.052 persone (di cui 168 di nazionalità straniera), elevare 27 contravvenzioni al codice della strada e ritirare una patente di guida.

Il bilancio

I Carabinieri di Fusignano hanno arrestato un 45enne pugliese, già noto alle forze dell'ordine, per tentato furto aggravato. L'individuo è stato sorpreso dai militari mentre tentava di impossessarsi di una bicicletta rompendo, con una tronchese, la catena di sicurezza del velocipede. I  Carabinieri di Savio hanno assicurato alla giustizia un operaio 48enne calabrese, in esecuzione di un ordine di carcerazione: deve infatti scontare un anno e otto mesi 8 reclusione per reati in materia di imposte sui redditi e sul valore aggiunto;

I  Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Cervia – Milano Marittima hanno arrestato un 31enne marocchino, già noto alle forze dell'ordine e irregolare nel territorio nazionale, per furto aggravato, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento. L'indivduo è stato bloccato a Milano Marittima mentre stava rubando una bicicletta regolarmente chiusa con lucchetto, parcheggiata all’interno di un cortile di un hotel. Lo stesso, in evidente stato di alterazione alcoolica, ha spintonato i militari cercando di sottrarsi al controllo. Portato in caserma, ha dannneggiato la vetrata della porta d’ingresso.

I Carabinieri di Cervia hanno denunciato in stato di libertà un albanese, già noto alle forze dell'ordine responsabile, insieme ad altre due persone, di furto aggravato commesso in una profumeria del luogo. Individuato da un militare libero dal servizio, è stato inseguito e bloccato. E' stato trovato anche in possesso di merce varia di dubbia provenienza sulla quale sono in corso accertamenti. I Carabinieri di Lugo hanno denunciato in stato di libertà un operaio albanese per ricettazione dopo esser trovato in possesso di una mountain bike rubata lo scorso giugno ad una donna del luogo.  La refurtiva recuperata è stata restituita ai legittimi proprietari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si toglie la vita lanciandosi sotto un treno: circolazione dei treni in tilt per ore

  • Una morte fredda e solitaria: si è spento Mark, il senzatetto di Pinarella

  • Ravenna in lutto: si è spento all'improvviso l'ex sindaco Fabrizio Matteucci

  • 'Accoglieteli a casa vostra', Fiorenza apre le porte a un rifugiato: "Grazie a lui ho ritrovato una famiglia"

  • Scontro in mare tra un peschereccio e un gommone: cinque feriti, due sono gravissimi

  • A soli 23 anni fa volare centinaia di persone nel mondo: "Ma quando decollo dal cielo cerco sempre Cervia"

Torna su
RavennaToday è in caricamento