menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Asse Italia-Croazia contro i cambiamenti climatici: anche Cervia è protagonista

Si pone l’obiettivo di favorire la resilienza delle regioni adriatiche, attraverso lo sviluppo delle basi conoscitive necessarie

Si è svolto nei giorni scorsi a Venezia, il meeting di avvio del progetto Adriadapt “A resilience information platform for Adriatic cities and towns”, finanziato dal Programma Interreg Italia-Croazia, e di cui il Comune di Cervia è partner. Si tratta di un progetto importante, che intende affrontare i temi dei cambiamenti climatici attraverso un approccio scientifico a sostegno di azioni di pianificazione e programmazione. Si pone l’obiettivo di favorire la resilienza delle regioni adriatiche, attraverso lo sviluppo delle basi conoscitive necessarie, per identificare possibili azioni di adattamento ai cambiamenti climatici, consentendo così agli enti locali di pianificare e mettere in campo misure adatte ad innalzare la resilienza in contesti urbani e di costa. Questi ultimi sono sempre più a rischio a causa dei cambiamenti climatici e degli eventi estremi che si verificano con crescente frequenza. E’ importante e necessario mettere in campo azioni di contrasto a fenomeni di allagamento, erosione costiera, subsidenza, incendi, ecc. per proteggere popolazioni, ambiente e infrastrutture.

Si tratta pertanto di un’occasione di lavoro e confronto internazionale importante per l’Amministrazione, per approfondire ed implementare le misure già delineate nell’ambito del Paesc - Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile e il Clima, quale strumento operativo definito per il raggiungimento degli obiettivi di riduzione delle emissioni Co2 e aumento della resilienza, inseriti nel Patto dei Sindaci. 
Il progetto consentirà inoltre di dare ulteriore corpo al Piano Urbanistico Generale, di recente approvazione, e che prevede strategie ed azioni volte appunto a creare una città resiliente, capace di adattarsi alle sfide del futuro, valorizzando i suoi caratteri identitari, ricucendo il territorio, per migliorare ancor di più la qualità urbana e della vita, incentivando l’economia e le imprese. 

Il progetto vede come capofila la Fondazione Centro Euro-Mediterraneo sui cambiamenti climatici di Venezia, e fra i partners italiani l’Unione dei Comuni Valle del Savio, Università IUAV di Venezia, Arpae Emilia-Romagna, Comune di Udine; mentre per la Croazia partecipano: Metereological and Hydrological Service, Society for Sustainable Development Design, Priority Actions Programme Regional Activity Centre, Sibenik-Knin County, Comune di Vodice. Innalzare i livelli di resilienza e preparare le città ai cambiamenti climatici, è sempre più importante per le comunità locali dell’Adriatico, in quanto la qualità ambientale e la vitalità degli ecosistemi marini, è essenziale per il benessere sociale ed economico delle popolazioni.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il gioco da tavolo dell'Inferno di Dante approda a Ravenna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento