rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Cronaca

Lucio Pennella è il nuovo questore di Ravenna: una lunga carriera alle spalle

Pennella ha svolto gran parte della propria carriera presso la Questura di Bari, dove ha assunto l’incarico di Vicedirigente della Squadra Volanti, Dirigente della Sezione Omicidi della Squadra Mobile e della Digos

Sarà Lucio Pennella il nuovo questore di Ravenna, che prenderà il posto di Giuseppina Maria Rita Stellino. La questora lascia la città dopo due anni di servizio per essere trasferita a Livorno, dove ricoprirà lo stesso ruolo. Stellino, nel salutare la città, ha rivolto in particolare un plauso a tutte le forze dell'ordine, con cui si è costruito un ottimo rapporto in questi due anni, e con il prefetto Castrese De Rosa, per la collaborazione continua e la vicinanza dimostrata. Tra gli aspetti più impegnativi di questi ultimi due anni, oltre alle attività per l'ordine e la sicurezza della Provincia, la questora ha ricordato l'impegno profuso nel rilascio dei passaporti, con molteplici open day realizzati in modo da venire incontro alle esigenze dei cittadini ravennati.

Lucio Pennella, in arrivo da Teramo, si insedierà a Ravenna il prossimo 18 maggio. Nato a Foggia nel 1966 e laureatosi in giurisprudenza, dopo aver frequentato dal 1984 l’Istituto Superiore di Polizia a Roma Pennella ha svolto gran parte della propria carriera presso la Questura di Bari, dove ha assunto l’incarico di Vicedirigente della Squadra Volanti, Dirigente della Sezione Omicidi della Squadra Mobile e della Digos, ufficio al quale si è sempre sentito particolarmente legato - nell’ambito della Digos ha anche coordinato e diretto la “Squadra Tifoseria”, che si occupa di monitorare, prevenire e contrastare il fenomeno della violenza negli stadi.

Nel capoluogo pugliese, nell’ambito della direzione del Commissariato di Bari - Carrassi, ha gestito importanti eventi sotto il profilo dell’ordine e della sicurezza pubblica, ottenendo importanti risultati operativi anche per gli aspetti di polizia giudiziaria. A Bari ha gestito numerose situazioni di criticità superate con successo ed equilibrio, come i mondiali di calcio del 1990, l’esodo dei 25.000 profughi albanesi del 1991, il controllo dei movimenti studenteschi e antagonisti tra gli anni novanta e duemila. Molto stimato e impegnato nel sociale, è Cavaliere dell’Ordine di San Gregorio Magno e del Santo Sepolcro di Gerusalemme ed è stato premiato dal CSEN nell’ambito del mondo sportivo.

Negli anni ha anche assunto la direzione del Compartimento della Polizia Stradale delle Marche di Ancona, mentre in Friuli ha svolto le funzioni di vicario e prima ancora ha prestato servizio alla Questura di Pesaro e Urbino. Nel maggio del 1993 è stato insignito di un “attestato di Pubblica Benemerenza al Valore Civile” consegnatogli dal Ministero dell’Interno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lucio Pennella è il nuovo questore di Ravenna: una lunga carriera alle spalle

RavennaToday è in caricamento