rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Cotignola

Lutto nel mondo della medicina: addio all'andrologo e urologo Eduard Bercovich

Venerdì ci sarà la partenza dalla camera ardente di Cotignola per la cerimonia, organizzata dalla comunità ebraica di Bologna, alla Sinagoga di Bologna

Lutto nel mondo della medicina. Si è spento mercoledì sera il professor Eduard Bercovich, già primario dell'Unità Operativa di Urologia dell'ospedale Morgagni di Forlì. Già fissato l'ultimo saluto: venerdì sarà allestita la camera ardente a Bologna in via Certosa 16, mentre alle 11.15 si svolgeranno i funerali nel Tempio Ebraico in via De' Gombruti 9. La sepoltura avverrà alle 11.45 nel campo ebraico del cimitero monumentale di Bologna.

Bercovich nacque a Bucarest nel 1945 da padre avvocato, proveniente dalla Moldavia e madre di origine ungherese, tutti di origine ebrea. Dopo tredici anni passati nella Romania staliniana, con tutta la famiglia emigrò nello stato d'Israele. All'età di ventidue anni partì per Bologna, dove si laureò in Medicina e Chirurgia nel 1972, specializzandosi nello stesso ateneo in Urologia (nel 1975) ed in Chirurgia (nel 1979).

Maturò una significativa esperienza all'estero, avendo frequentato i reparti di Urologia dell' "Hospital for Sick Children” e del Middlessex Hospital di Londra, dell'Ucla Medical Center di Los Angeles (sotto la guida di Joseph Kaufmann e Donald Skinner), del "Recht der Isaar" di Monaco di Baviera (professor Mauermayer) e dell'Università di Innsbruck (professor Hans Marberger). Ha quindi ricoperto l'incarico di Primario dell'Unità Operativa di Urologia al "Morgagni" di Forlì e ha svolto attività di insegnamento all'interno delle Scuole di specializzazione in Urologia e Chirurgia generale dell'Università di Bologna.

E' stato inoltre direttore della Clinica Urologica nonché della Scuola di Specializzazione in Urologia all'Università di Sassari. Ha ricoperto anche il ruolo di Direttore scientifico dell' Unità operativa di Urologia del Policlinico di Monza, oltre ad essere stato Consulente della Divisione di Urologia per la Clinica San Pio X - Humanitas di Milano. Il Prof. Bercovich è stato Relatore e moderatore di sedute a tutti i Congressi della Società Italiana di Urologia negli ultimi dieci anni, oltre che al Congresso della Società Europea di Urologia ad Amsterdam e all’International Symposium on Hormonotherapy in Oncology a Genova. Tra i suoi principali campi di interesse la Chirurgia oncologica, la Chirurgia Ricostruttiva dell’apparato urinario, la Chirurgia Endoscopica e lo studio e riabilitazione della continenza urinaria.

Lo scorso giugno era stato ospite di una conviviale del Rotary Club Forlì Tre Valli, parlando anche dei suoi tre romanzi: "Dove le luci non si spengono mai", una chiara denuncia nei confronti della Sanità; "L'uomo di argilla", che verte sui giochi strani della politica che vuole solo personaggi da poter modellare e gestire; ed infine "Per mano", dedicato al tema dell'omosessualità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lutto nel mondo della medicina: addio all'andrologo e urologo Eduard Bercovich

RavennaToday è in caricamento