Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Faenza

Macellai faentini nelle aree terremotate: "Solo da vicino si può capire il disastro"

E’ stata l’occasione per donare la cifra di 3.000 euro (offerte dalle macellerie Bosi, Stefani di Stefano Bosi, Poggiolini, Macelleria Faentina e Reda Carni) ad una famiglia di allevatori e macellai.

Domenica scorsa un piccolo gruppo di macellai aderenti a Confcommercio Ascom Faenza ha visitato alcuni colleghi che hanno tragicamente vissuto i terremoti e l’emergenza neve che ha colpito il centro Italia negli ultimi mesi. E’ stata l’occasione per donare la cifra di 3.000 euro (offerte dalle macellerie Bosi, Stefani di Stefano Bosi, Poggiolini, Macelleria Faentina e Reda Carni) ad una famiglia di allevatori e macellai.

“Abbiamo trovato una famiglia in grave difficoltà - commenta Maurizio Emiliani, presidente del Sindacato macellai - che dorme in due roulotte, che ha il bestiame in situazione assolutamente precaria. Vedendo queste situazioni dal vivo ci ha toccato molto, perché anche se in televisione abbiamo avuto modo di conoscere e vedere la situazione del Centro Italia, solo toccando con mano si capisce veramente il disastro che si è verificato; speriamo di riuscire nei prossimi mesi a replicare la cosa, ora siamo veramente consapevoli dello stato di bisogno di queste popolazioni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Macellai faentini nelle aree terremotate: "Solo da vicino si può capire il disastro"

RavennaToday è in caricamento