menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un teatro galleggiante nel nuovo Magazzino Darsena: ecco come sarà

Intorno alla darsena verranno montate e smontate delle tribune per accogliere grandi e spettacolari esibizioni: concerti, ma anche spettacoli in uno scenario unico

Il Magazzino del Sale Darsena di Cervia sarà una piazza coperta polifunzionale e flessibile negli usi che dialogherà moltissimo con l'area esterna. Resteranno punti fermi il mercato coperto, l'enogastronomia, il benessere, la moda e la musica. Si potrà raggiungere via barca e si potranno ormeggiare anche imbarcazioni di pregio e da lì poi anche verso le Saline. L'area esterna sarà un teatro sull'acqua, prevedendo un palco galleggiate al centro della darsena e la torretta verrà restaurata per diventare funzionale a questo uso. Intorno alla darsena verranno montate e smontate delle tribune per accogliere grandi e spettacolari esibizioni: concerti, ma anche spettacoli in uno scenario unico. Verrà anche realizzato il giardino darsena a fianco del San Antonio (sempre a carico del privato) creando una passeggiata dal ponte di corso Cavour e localini. L'area sul viale Oriani verrà mitigata con un'area verde ed una fontana scenografica. L'acqua sarà centrale anche all'interno nella piccola darsena, grazie a delle pedane trasparenti in vetro smontabili si potrà utilizzare saltuarimente per sedute, iniziative o esposizioni sull'acqua rendendo unica e flessibile la location.

Ad aprile la gara per il restauro e predisposizione dell'impiantistica, mentre l'area esterna sarà finanzita completamente dal privato. Fondamentale il Contributo della Regione Emilia-Romagna che insieme al Comune finanzia l'opera attesa da decenni. "Il Magazzino Darsena - dichiara il sindaco Luca Coffari - non sarà un edificio a sè ma darà vita a tutto il comparto del centro storico e dialogherà con esso, ci consentirà di dedicare a pieno alla cultura e a mostre di livello il Magazzino Sale torre; proprio per questo stiamo per partire con i lavori di rifacimento del tetto e degli impianti in modo da avere un clima adeguato a opere delicate, anche attuando l'idea dell'Ecomuseo del Sale e del Mare o altri che su questo spirito di moderna integrazione lavorano, come ad esempio l'idea del parco tematico della civiltà del Sale".

"Il benessere verrà stimolato attraverso tutti i sensi - dichiara Leo Cavalli, imprenditore bolognese che si è aggiudicato il bando di gestione - Dal gusto, attraverso una proposta di 12 eccellenze enogastronomiche in prevalenza dal territorio, all'interno del piano terra adibito a mercato coperto e un ristorante. Il benessere parte anche e soprattutto da una buona ed equilibrata nutrizione: ci saranno infatti spesso nutrizionisti e chef importanti che si esibiranno su questo tema. Ovviamente la vista, con esposizioni di design e moda al secondo piano oltre che di valorizzazione degli spazi unici e suggestivi del magazzino di tanta bellezza e dell'area circostante. L’udito che riscopre la bellezza del suono, che sarà grande protagonista sia per una programmazione di spettacoli musicali indoor e outdoor di altissimo livello organizzati dalla Fonoprint (già Museo del Suono e della Canzone della citta di Bologna), ma anche e soprattutto musica come terapia, come stimolo per il rilassamento e per il benessere, l’utilizzo in store di una neurotecnologie di eccellenza come "Effetto Viola" per la cura naturale di ansia e stress attraverso il principio attivo delle sue onde sonore del rilassamento".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento