menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Emergenza a Lugo (foto Argnani)

Emergenza a Lugo (foto Argnani)

Maltempo, è emergenza: tracimazioni dei canali, rotture arginali e fontanazzi

Il servizio meteorologico regionale dell'Arpa prevede ancora piogge abbondanti per le prossime ore ma la marea dovrebbe tendere temporaneamente a calare

La rete idrica del Consorzio di Bonifica della Romagna Occidentale sta vivendo, in seguito alle abbondanti piogge e alle condizioni critiche di marea, momenti di assoluta emergenza. L'emergenza è estesa a tutta la rete di bonifica del Consorzio, con allagamenti diffusi, sia nelle campagne che in aree urbane, dovuti a tracimazioni dei canali, rotture arginali e fontanazzi. Il pericolo maggiore si riscontra tra gli abitati di Sant'Alberto e Mandriole, mentre a Lugo è completamente riempita e invasata la cassa di espansione Brignani e lo stesso è accaduto alla cassa di Alfonsine.

Il mare è entrato nella rete di bonifica a Casal Borsetti: all'altezza del Poligono di tiro è stato sormontato il rilievo dunale e irrompe con una portata di 10 metri cubi al secondo. Inoltre nella nottata tra giovedì e venerdì la marea proveniente dalla foce del Canale di bonifica in destra Reno ha sormontato la quota delle porte vinciane ed è risalita verso monte impedendo lo scolo delle acque piovane. Allagamenti interessano tutta l'area tra il Sillaro e il Lamone a valle della San Vitale e alcune delle zone a monte della San Vitale, per esempio nelle campagne di Massa Lombarda, Mordano, Zagonara, Lugo e Pieve Cesato. I centri abitati più interessati da allagamenti sono Lugo, Bagnacavallo, Massa Lombarda, Rossetta, Mandriole e Sant'Alberto. Purtroppo si sta estendendo il rischio di allagamenti anche altrove.

Le criticità maggiori si riscontrano lungo l'intera asta del Canale di Bonifica in Destra Reno, nei bacini degli impianti idrovori di Mandriole e Casal Borsetti, lungo i collettori Zaniolo, Arginello, Canal Vela, Fosso Vecchio e affluenti. È completamente riempita la cassa di espansione Brignani nella zona sud-ovest di Lugo. Ci sono inoltre allagamenti nella zona di Madonna delle Stuoie, sempre a Lugo, e si è riempita la cassa di espansione di Alfonsine. La neve che nella notte si è accumulata per 50 centimetri sulle colline faentine si sta sciogliendo velocemente andando a riempire i fiumi provocando smottamenti e allagamenti. A Castel Bolognese, in zona adiacente alla via Emilia è crollata una serra di 2mila metri quadrati.

A valle di Villa Prati di Bagnacavallo si è verificata la rottura dell'argine destro del Fosso Vecchio, in seguito alla quale le acque stanno invadendo l'area compresa tra il Fosso Vecchio stesso e il Fosso Vetro. Il Consorzio di Bonifica della Romagna Occidentale ha attivato le procedure per eseguire lavori di somma urgenza relativamente a questa e ad altre tre situazioni di criticità: lo scolo Arginello, verso la foce in Canal Vela, presso la discarica di Lugo, dove si provvederà alla riparazione della rottura dell'argine, e gli impianti idrovori Primo e Secondo Bacino, a Mandriole, dove è necessario intervenire con un rialzo arginale del canale di scarico degli impianti, affluente nel Canale di Bonifica Destra Reno. Per quanto riguarda la riparazione della rottura dell'argine del Fosso Vecchio, essa potrà essere effettuata soltanto domattina perché ora la transibilità dell'argine non lo permette.

La marea ha fatto segnare nel tardo pomeriggio -50 cm a mare (Casal Borsetti) e -12cm a Ponte Chiavica, tendenza al miglioramento che è previsto continui fino alla serata, mentre in nottata la marea dovrebbe di nuovo risalire per poi, secondo Arpa, stabilizzarsi al ribasso soltanto nel pomeriggio di sabato. Il personale del Consorzio di Bonifica della Romagna Occidentale continuerà a operare nel fine settimana, notti comprese, per accogliere segnalazioni ed eseguire interventi di massima urgenza. Sono stati mobilitati tutti i gruppi di pompaggio di emergenza, oltre a quelli installati in via permanente, e si procede con interventi di posa di sacchi di sabbia per temporanei innalzamenti arginali o per rimediare a temporanee rotture negli stessi corpi arginali. La Prefettura di Ravenna ha convocato un incontro al quale sta partecipando anche il direttore generale del Consorzio, Giovanni Costa.

"Lo stato di manutenzione della nostra rete di bonifica è buono - spiega il presidente del Consorzio, Alberto Asioli -, ma il problema deriva soprattutto dalla marea che ha bloccato il deflusso dei canali oltre che dalle abbondanti piogge. Tutto il nostro personale è stato attivo per l'intera notte e continuerà a esserlo fino alla cessazione dell'emergenza. I nostri uffici sono in contatto continuo con la Protezione Civile, la Prefettura e i Comuni". Il servizio meteorologico regionale dell'Arpa prevede ancora piogge abbondanti per le prossime ore ma la marea dovrebbe tendere temporaneamente a calare.

STRADE COME FIUMI, IL VIDEO
STRADE COME FIUMI, IL VIDEO (2)
FRANA SULLA BIDENTINA A FORLI, IL VIDEO

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Arredare

Una casa di tendenza con i colori pantone del 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento