rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Cronaca Cervia

Maltempo, anche Cervia torna verso la normalità. Il sindaco: "Danni molto gravi"

Al momento tutto il comune di Cervia sta tornando lentamente alla normalità dopo ore molto difficili. Le ruspe stanno ripristinando la duna, gli operai del Comune stanno terminando le operazioni per liberare le strade dagli alberi caduti.

Al momento tutto il comune di Cervia sta tornando lentamente alla normalità dopo ore molto difficili. Le ruspe stanno ripristinando la duna, gli operai del Comune stanno terminando le operazioni per liberare le strade dagli alberi caduti. I canali del forese sono sotto controllo e stanno rientrando nella norma. L'energia elettrica è tornata in tutte le abitazioni della città. “Stiamo ora procedendo con la stima dei danni a beni pubblici e da lunedì avvieremo anche una raccolta dati per poter stimare i danni subiti dai privati cittadini ed imprese, visto quanto deciso oggi con il Presidente della Regione Bonaccini ed i Sindaci, in vista della richiesta di stato d'emergenza” dichiara il primo cittadino Luca Coffari.

“I danni al patrimonio pubblico sono molto gravi, abbiamo circa 200 piante cadute nella pineta di Pinarella ed un centinaio nelle strade ed in particolare a Milano Marittima. Si sono quindi danneggiati molti marciapiedi, lampioni e sotto servizi. Molto danneggiati gli stabilimenti balneari di Milano marittima nord e anche alcuni di Tagliata. 2 stabilimenti di fatto sono pericolanti ed in parte crollati. Sono affondate alcune imbarcazioni. Rimangono allagate le campagne nella zona di Montaletto ed in parte Savio. Al momento sono in azione i mezzi Hera per liberare le strade da detriti nelle zone litoranee”.

“Ho seguito in prima linea questa emergenza con gli stivali di gomma ai piedi per coordinare sul posto le azioni di protezione civile e squadre tecniche. Interpreto così il ruolo che la legge mi assegna, ovvero ufficiale locale di protezione civile. È stata dura stare sotto l'acqua tutta la notte per ripristinare le barriere e contenere l'avanzata del mare verso il centro della città, ci siamo in parte riusciti ma la potenza del mare è veramente incredibile. In quei momenti però ti accorgi che avere una macchina organizzata non può evitare i danni può però aiutare a contenerli notevolmente. Eravamo sugli argini dei canali con i cittadini preoccupati mente davamo due dritte alla ruspa dove rinforzare l'argine oppure a portare conforto a chi si vedeva entrare acqua nel locale o in casa”.

“Ho dormito credo tra si e no 6 ore in questi 2 giorni tra interventi esterni, riunioni operative, ordinanze, telefonate, informazioni via facebook… ma ero davvero ricaricato - dice il sindaco - e ulteriormente motivato dalla tanta dedizione da parte dei volontari, degli agenti della polizia municipale, della capiteneria, dei nostri tecnici, i nostri operai e di quelli delle ditte che hanno collaborato con noi in quelle ore tremende oppure da semplici cittadini che si davano da fare. Ho fatto un sopralluogo nelle zone maggiormente colpite ed ho visto di che pasta siamo fatti. Eravamo già tutti li al lavoro per far tornare bella la nostra città, le nostre attività, libere dall'acqua le cantine ed i locali. Ho visto persone quasi con gli occhi lucidi in pineta a Pinarella vedendo gli alberi crollati. Insomma ho visto chi siamo: una comunità, Cervia, la Romagna e ne sono, ancora una volta, più orgoglioso”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo, anche Cervia torna verso la normalità. Il sindaco: "Danni molto gravi"

RavennaToday è in caricamento