Un maltempo senza precedenti, de Pascale: "Salvi per un pelo: ora nuovi investimenti"

Il sindaco Michele de Pascale, durante il consiglio comunale di martedì pomeriggio, ha commentato il maltempo che nella giornata ha colpito tutto il ravennate

Foto Massimo Argnani

Quello di lunedì è stato un "evento senza precedenti" nella storia recente. Così il sindaco Michele de Pascale, durante il consiglio comunale di martedì pomeriggio, ha commentato il maltempo che nella giornata ha colpito tutto il ravennate e, più in generale, tutta la Romagna. "Sono stati infranti diversi record: a Matellica, per esempio, il precedente record di livello del Savio (del 2005) era di 5,5 metri, mentre lunedì si sono raggiungi i 6,70 metri", spiega il primo cittadino. Ma non solo: il Lamone a Faenza ha superato il massimo storico con 8,15 metri (+7,38 metri a settembre 2014, +77 cm rispetto al precedente record). Il Savio a Castiglione ha toccato 9,80 metri (rispetto al massimo di 9,76 metri di novembre 2005); a Savio nel comune di Cervia si sono registrati 6,70 metri rispetto al precedente record di 6,18 metri di novembre 2005.

"Si tratta di piene secolari, e il fatto che a distanza di 15 anni per due volte si sia superato il livello storico è molto preoccupante - continua il sindaco - Tra l'altro se dopo il 2005 non fossero stati realizzati i lavori sulle arginature del fiume Savio, lunedì la zona di Castiglione si sarebbe completamente allagata. Gli interventi fatti sono serviti di misura: nel caso di Matellica siamo arrivati a qualche centimetro dall'argine, e ci siamo salvati a discapito dei cittadini di Forlì e di Cesena, sia sul Ronco che sul Savio, nel senso che le tracimazioni nel forlivese e nel cesenate hanno evitato le tracimazioni nel ravennate. E' stata un'emergenza rossa su quattro fiumi del nostro territorio, e credo che i cittadini abbiano capito le limitazioni che siamo stati costretti a portare, come la chiusura delle scuole".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Al momento - conclude de Pascale - siamo in una condizione che, se non fosse per quello che è successo lunedì, definiremmo di allerta grave, visto che numerosi fiumi sono ancora a livello rosso-arancione, ma rispetto a lunedì la tendenza è in forte calo. Fin dalle prossime settimane contatteremo la Regione perchè le arginature vanno riviste dopo l'evento di lunedì: servono nuovi investimenti. Il vero tema è continuare a investire contro il dissesto idrogeologico per rafforzare le protezioni e gli argini".

SPECIALE MALTEMPO

Fine di un incubo: la piena dei fiumi è passata, ma l'attenzione resta alta
La piena dei fiumi è passata, ma l'attenzione resta alta: mercoledì scuole aperte
Maltempo, il Consorzio di Bonifica impegnato in tutta la Romagna
Alluvioni in Romagna, De Castro: "Chiederemo lo stato di calamità"
Savio a rischio esondazione: "State ai piani alti o rifugiatevi nelle scuole"
Il maltempo non dà tregua: martedì chiudono tutte le scuole
Forte maltempo, i fiumi diventano 'furiosi': attesi peggioramenti
La piena dei fiumi attraversa tutta la pianura / Scatta l'allerta "rossa"
VIDEO - La pioggia fa innalzare il livello dei fiumi: la situazione del Lamone
VIDEO - La pioggia gonfia i fiumi: acqua alta anche nel Senio
Strade franate e viabilità interrotta, il sindaco: "Mancano condizioni di sicurezza"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto tra tre auto all'incrocio: muore un automobilista

  • Si schianta con la moto: il guard rail gli amputa entrambe le gambe

  • Investita alla rotonda mentre va in bici: donna in gravi condizioni

  • I vantaggi del fitwalking, un ottimo modo per dimagrire e rimettersi in forma

  • Aggredite a morsi dal cane nel cortile di casa: bambine in ospedale

  • Coronavirus, un nuovo caso e un decesso: i test sierologici scoprono gli asintomatici

Torna su
RavennaToday è in caricamento