rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Cronaca Piazza del Popolo

Ravenna si colora con la Giornata del coming out, blitz di Forza Nuova: nessun incidente

Non sono mancati attimi di tensione, controllati dalle forze dell'ordine, quando militanti della sezione provinciale ravennate di Forza Nuova sono comparsi improvvisamente alla manifestazione con uno striscione con scritto "La natura ce l'ha insegnato: un bimbo da 2 gay non è mai nato"

Una manifestazione per rivendicare la riconoscibilità delle persone omosessuali e contro le tutele per i figli delle famiglie omogenitoriali. Piazza del Popolo ha ospitato domenica pomeriggio un corteo pacifico e colorato, organizzato dal gruppo Over the Rainbow, per rivendicare il riconoscimento dei diritti Lgbt. Sono stati distribuiti biscotti a forma di cuore. La manifestazione è stata sostenuta da Arcigay Frida Byron Ravenna,Arcigay Alan Turing Rimini, Gruppo diritti civili e Cittadinanza europea della Casa delle Donne, Un secco no (Forlì), Coming Out (Cesena), Tgif_RA e Tagliatelle in piedi.

MANIFESTAZIONE A FAVORE DEI DIRITTI DI TUTTI I TIPI DI COPPIE (foto di Massimo Argnani)

IL BLITZ DI FORZA NUOVA - Non sono mancati attimi di tensione, controllati dalle forze dell'ordine, quando militanti della sezione provinciale ravennate di Forza Nuova sono comparsi improvvisamente alla manifestazione con uno striscione con scritto "La natura ce l'ha insegnato: un bimbo da 2 omosessuali non è mai nato". "La famiglia è solamente una, quella naturale formata da uomo, donna e bambini - ha affermato la responsabile provinciale del Movimento Desideria Raggi - non esistono altre famiglie di nessun genere. I bambini devono crescere nella totale innocenza come natura insegna. Non restiamo inermi ad assistere alla totale distruzione della nostra società permettendo matrimoni ed adozioni di bambini da parte di persone che mai potranno formare una famiglia!".

Sulla questione è intervenuto anche il segretario regionale Mirco Ottavani: "Si sta procedendo alla completa distruzione della nostra civiltà a partire dalla famiglia tradizionale, cardine indissolubile di questa, per continuare con gli attacchi alle identità  nazionali, tramite il fenomeno immigratorio. Ovunque vi saranno questi attacchi vi saranno anche le barricate e le dovute energiche risposte degli ultimi difensori della Tradizione, ora più che mai identificabili esclusivamente nel Movimento Politico Forza Nuova".

MATTEUCCI - Per il sindaco di Ravenna, Fabrizio Matteucci, il blitz di Forza Nuova è stata "una cosa inaccettabile e, a mio giudizio, ne vanno attentamente vagliati i possibili profili di illegalità. Questo raid non ha avuto conseguenze gravi perché, come mi ha riferito anche l'assessore Valentina Morigi che ha preso parte alla manifestazione, le persone che partecipavano all'iniziativa sui diritti hanno reagito in modo intelligente: li ringrazio per il loro senso di responsabilità. Ho sempre difeso e difendo il diritto di tutti, nessuno escluso, a manifestare liberamente le proprie idee secondo quanto previsto dalla Costituzione e dalle leggi".

Il primo cittadino ha esternato la propria opinione al Prefetto Francesco Russo: "a mio giudizio vanno attentamente valutate ed eventualmente perseguite possibili azioni illegali compiute domenica, nel cuore della nostra città, contro una libera manifestazione di cittadine e cittadini. Azioni dei militanti di Forza Nuova che, solo grazie al senso di responsabilità dei manifestanti e all'intervento delle Forze dell'Ordine che li ha allontanati da piazza del Popolo dove si erano radunati, non ha avuto conseguenze più preoccupanti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ravenna si colora con la Giornata del coming out, blitz di Forza Nuova: nessun incidente

RavennaToday è in caricamento