menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Manutenzioni, riqualificazioni e nuovi alberi: tanti progetti per il territorio di Massa Lombarda

Attenzione anche all’ambiente e al verde pubblico: in questi giorni si è provveduto alla piantumazione di un consistente numero di piante fornite dalla Regione Emilia-Romagna

Dalla manutenzione delle strade, al verde, passando per la riqualificazione del patrimonio pubblico. Sono numerosi gli interventi in corso e in via di programmazione a Massa Lombarda per riqualificare il territorio, grazie anche al lavoro della squadra dell’Ufficio tecnico del Comune. In questi giorni è in corso di realizzazione, anche con l’ausilio di macchine operatrici tipo il grader, il rifacimento delle banchine stradali a Villa Serraglio, località del forese a 10 km dal centro di Massa Lombarda. Lunedì 8 marzo inizieranno invece i lavori di riqualificazione del manto di copertura dell’ex bocciofila con un investimento di 50mila euro. Attenzione anche all’ambiente e al verde pubblico: in questi giorni si è provveduto alla piantumazione di un consistente numero di piante fornite dalla Regione Emilia-Romagna.

Inoltre, l’Amministrazione comunale sta effettuando il rilievo dello stato attuale delle alberature e ha approntato un piano di lavoro per procedere a una riqualificazione importante del patrimonio verde del territorio, dal centro urbano al forese. È infatti in via di predisposizione un puntuale censimento della qualità e quantità degli alberi ad oggi presenti sul territorio. Gli interventi sono possibili grazie alla struttura tecnica interna al Comune, che conta su un capo ufficio, l’ingegnere Stefania Montanari, su un istruttore direttivo e un istruttore tecnico, un collaboratore amministrativo e dieci operai tra manutentori, giardinieri e cantonieri.

“La squadra dell’Ufficio tecnico – spiega il sindaco di Massa Lombarda Daniele Bassi - conta su solide competenze specifiche che permettono di rispondere in maniera tempestiva alle richieste del territorio, come manutenzioni ordinarie e straordinarie, pronto intervento, lavori sull’edilizia scolastica, oltre a significative migliorie che compaiono ogni anno nel nostro piano degli investimenti. Riteniamo che intervenire con risorse umane ed economiche proprie sia il miglior modo per utilizzare al meglio le risorse, sempre limitate, a disposizione, partendo dai reali bisogni della collettività”.

A questo proposito, secondo Daniele Bassi, referente Anci per la provincia di Ravenna, deve essere affrontato al più presto anche il tema delle risorse. “Abbiamo bisogno di strumenti di supporto come, ad esempio, le risorse di Next Generation Eu che giungeranno dall’Europa – spiega Bassi -. Chiediamo che almeno il 10% di questi soldi sia destinato alla gestione diretta dei Comuni. Questo, insieme alla semplificazione delle procedure di svolgimento delle gare e alla possibilità di assumere adeguate risorse umane da parte dei Comuni virtuosi, ci permetterebbe di dare risposte a richieste che i cittadini quotidianamente ci fanno, ma che, in assenza di risorse, troppe volte non possiamo fornire”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Occhi al cielo per ammirare la Superluna "rosa" di aprile

Cronaca

A Lido di Dante spuntano i nuovi "murales" dedicati al Sommo Poeta

Sicurezza

Una casa pulita in maniera green con il vapore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento