rotate-mobile
Cronaca

Città e frazioni diventeranno zone 30: tanti quartieri lo sono già (ma non tutti lo sanno)

Già oltre 5 km quadrati di Zone 30 presenti nel Ravennate (anche se non tutti forse lo sanno), ma sul lungo termine la zona limitata potrebbe riguardare l'intera città e gran parte delle frazioni

Un'unica zona 30 per tutta la città e zone a velocità limitata anche in gran parte delle frazioni del Comune. Questo è quello che indicano le ipotesi del Pums da qui al 2032. Il piano urbano della mobilità sostenibile prospetta dunque una vera e propria rivoluzione, che va incontro alle richieste che giungono da parte dei cittadini del centro favorevoli a questo tipo di sviluppo della città.

Il piano parte dalle attuali zone 30 del Ravennate che coprono una estensione totale di 5,71 chilometri quadrati tra città e forese (anche se forse non tutti ne sono a conoscenza). Il piano di estensione delle zone a 30 chilometri orari nei prossimi 10 anni si presenta però "imponente" e il dibattito è intanto aperto: ci sarà quindi tempo fino al 2 marzo per presentare le osservazioni all’aggiornamento del Pums e del Piano generale del traffico urbano (Pgtu).

Qui il link per iscriversi al canale WhatsApp di RavennaToday

Le Zone 30 già presenti in città e nel forese

Questo quanto indica il Pums sulle Zone 30: si tratta di zone "distribuite sull’area urbana, in cui la velocità veicolare massima è fissata a 30 km/h a tutela degli utenti deboli della strada (pedoni e ciclisti)". All'interno di queste aree "la velocità dei veicoli non può superare i 30 km/h, privilegiando così la circolazione in sicurezza di ciclisti e pedoni. Tali zone presentano di norma la necessità di una moderazione della velocità e sono caratterizzate dalla presenza di aree a prevalente destinazione residenziale, di scuole, di parchi e giardini, di zone ospedaliere". Già oltre 5 km quadrati di territorio sono coperte da zone 30, come indica il Pums:

  • centro storico (ampia porzione delimitata a nord da via San Gaetanino e via Circonvallazione alla Rotonda dei Goti, a est da via Darsena e circonvallazione Piazza d'Armi, a sud da via Monfalcone, via Renato Serra e via Circonvallazione al Molino)
  • Borgo San Rocco e zona Stadio (da via Fusconi a est a viale Randi a ovest)
  • Borgo San Biagio (delimitato a sud da via Belfiore, a ovest da via Enrico Pazzi, a nord da via 14 luglio, via Bovini e via Cilla fino all'incrocio con via Rotta, a ovest da via Cavina; esclusa via Maggiore/Faentina)
  • quartiere adiacente al parco Teodorico (delimitato a est da via Romea Nord e a nord da via Gamberini)
  • quartiere Mattei/villaggio Anic (porzione a sud e a nord di via Mattei)
  • la zona di via del Mangano
  • via Lanzoni, parcheggio Antico Lazzaretto
  • quartiere via Cicognani-via Caprera a nord della Faentina
  • parcheggio CinemaCity
  • nella zona Ravenna Sud via Rubicone e via Panfilia (ma non gli adiacenti quartieri residenziali)
  • quartiere Lama Sud (tra via Fontana e via Bassa)
  • parte del quartiere Alberti (via Wright, via Piacentini)
  • parcheggio Esp
  • parte di Borgo Montone a sud di via Einstein

Altre zone 30 sono individuate in alcune porzioni di località del forese e dei lidi. Fra queste ci sono: Marina di Ravenna e Porto Corsini, Punta Marina, Lido di Dante, Lido di Classe, Lido di Savio, Madonna dell’Albero, Longana e San Marco.

mappa attuali zona 30 centro ravenna-2-2

Le zone 30 del futuro

Ora il nuovo Pums ipotizza un'importante estensione delle zone 30 con interventi a breve, medio e lungo periodo, che andrebbero a coprire tutto il centro urbano di Ravenna e anche molte delle frazioni, sia nell'entroterra che sui lidi. Sul breve periodo (2-3 anni) è prevista l'istituzione della zona 30 nella parte fino a ora esclusa di Borgo San Biagio e zona via Vicoli, nel quartiere cittadino di via Sant'Alberto e anche nella zona dell'Istituto Agrario, nel quartiere Darsena a sud di via Trieste e nella zona di via dei Poggi/Antica Milizia, nella zona dello stadio, quartiere Alberti, a Porto Fuori, in parte di Ponte Nuovo (tra via Dismano e via Romea Sud). Zona 30 poi anche a Marina di Ravenna e Punta Marina (completamento), parte di Lido Adriano, Sant'Alberto, Mezzano, Piangipane, Madonna dell'albero (a nord della statale Adriatica), San Pietro in Vincoli e San Pietro in Campiano.

A medio periodo (5-6 anni) le zone 30 si allargherebbero a: tutte le zone del centro urbano rimaste escluse (via Trieste, Ravenna Sud, zona Ospedale, quartiere via della Lirica, via Galilei), Lido Adriano (completamento), Marina Romea, CasalBorsetti, Lido di Dante (completamento), Lido di Classe (completamento), Savio, Fosso Ghiaia, Savarna, Conventello, Santerno, Camerlona, Sant'Antonio, San Michele, Ponte Nuovo (completamento), Classe (a ovest della ferrovia), Osteria, Carraie, San Zaccaria, Castiglione di Ravenna.

A lungo termine (entro 10 anni) la zona 30 dovrebbe giungere anche: nella zona urbana di via Chiavica Romea e Roma Nord, a Mandriole, Borgo Masotti, Ammonite, Ragone, San Pietro in Trento, Coccolia, Gambellara, San Bartolo, Santo Stefano, Campiano, Classe (completamento). Ulteriori limitazioni riguardano tratti di singole strade nelle aree urbanizzate delle frazioni.

Mappa pums zone 30 completa

Discussione aperta

Di certo, la graduale istituzione di una zona 30 così ampia, sarebbe un'autentica rivoluzione per Ravenna. E se da un lato c'è chi appoggia questa evoluzione, come l'assessore alla Mobilità Gianandrea Baroncini, non tutti sembrano essere d'accordo all'interno della Giunta. Il vicesindaco Eugenio Fusignani aveva infatti affermato a fine gennaio: "Non sono un fautore di tale soluzione ma mi corre l’obbligo e la responsabilità di dire che le Zone 30 sono un’opportunità e non un obbligo. Soprattutto sono un’opportunità da utilizzarsi in determinate situazioni e non da prevedere  indiscriminatamente in maniera estesa. Per fare un esempio, un conto è istituire una Zona 30 in via Mariani, altra cosa sarebbe istituirla in via Dismano a Ponte Nuovo". Una soluzione simile a quella adottata da Bologna sarebbe stata poi smentita anche dallo sindaco Michele De Pascale, mentre critiche sulle zone 30 sono arrivate anche da Fratelli d'Italia e Popolo della Famiglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città e frazioni diventeranno zone 30: tanti quartieri lo sono già (ma non tutti lo sanno)

RavennaToday è in caricamento