rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca

La Maratona rischia di 'frenare': "Mancano alberghi per ospitare gli atleti"

"Siamo al paradosso - sottolinea Righini - la città che chiede eventi "fuori stagione" per far girare attività che altrimenti sarebbero pressoché inoperose, rischia già con questi numeri di non essere in grado di supportare la crescente richiesta dell'evento maratona"

Si avvicina l'appuntamento con la Maratona di Ravenna e le iscrizioni continuano ad arrivare. In due anni, grazie ad  una oculata programmazione e promozione in Italia e all'estero, l'evento ha compiuto passi da gigante e quest'anno gli iscritti alle gare competitive sfioreranno probabilmente le duemila presenze, a questi vanno aggiunti i partecipanti alle gare non competitive (la 10 km, ad esempio, sta avendo moltissime richieste d'iscrizione) e, insieme ai tanti familiari al seguito, si prevede di avere in città nel weekend dell'8 e 9 novembre circa seimila persone.

Dati positivi che ripagano e che soddisfano Ravenna Runners Club di tanti sforzi, ma paradossalmente la crescita della maratona rischia di dover essere “frenata” dalla  mancanza di strutture ricettive in grado di ospitare i tanti podisti e le loro famiglie. “Premesso che siamo contentissimi del succeso e della crescita della manifestazione – afferma il presidente di Ravenna Runners Club Stefano Righini – successo arrivato negli ultimi anni grazie alla promozione mirata, soprattutto all'estero, attraverso la quale non abbiamo promosso solo la corsa ma anche i monumenti, la storia, la cultura, la gastronomia e tutte le tipicità di Ravenna, grazie anche alla collaborazione del Comune, dell'Ufficio turismo e dell'Unione Prodotto Costa. - Una scelta vincente che sta dando ottimi risultati, ma a pochi giorni dalla manifestazione rischiamo di non poter accontentare tutti i podisti che ci chiedono di venire perchè gli alberghi di Ravenna sono pieni. In pratica sono rimasti posti sparsi in alcuni alberghi e non siamo in grado di soddisfare le richieste di alcuni gruppi che vorrebbero iscriversi adesso”.

“Siamo al paradosso – sottolinea Righini -  la città che chiede eventi “fuori stagione” per far girare attività che altrimenti sarebbero pressoché inoperose, rischia già con questi numeri di non essere in grado di supportare la crescente richiesta dell'evento maratona. Non è semplice “dirottare” atleti e familiari negli hotel fuori città quando il pacchetto Maratona Ravenna città d'Arte mette loro a disposizione la possibilità di visitare gratuitamente i musei e la città stessa.  Gli hotel sono pieni e  anche i numerosi ristoranti della città lo saranno, ma pochissimi albergatori e ristoratori hanno risposto alla nostra necessità di collaborazione, di fare rete".

Righini ritiene "opportuno per il futuro sedersi intorno ad un tavolo con le associazioni di categoria interessate per capire come  creare sinergie che permettano all'evento di svilupparsi ulteriormente e quante potenzialità di crescita reale ci siano. Le istituzioni, a mio modo di vedere a ragione, chiedono una crescita dei numeri per supportare l'evento e noi di Ravenna Runners Club questi numeri li stiamo fornendo. Ma la situazione attuale pone nella condizione quasi assurda e imbarazzante di dover frenare la crescita. Comunque noi di Ravenna Runners Club - conclude il presidente - nelle giornate dell'8 e 9 novembre aspettiamo anche tutti i ravennati per incrementare ulteriormente questi interessanti numeri e per far vivere due bellissimi giorni di sport, storia e cultura”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Maratona rischia di 'frenare': "Mancano alberghi per ospitare gli atleti"

RavennaToday è in caricamento