rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca San Vitale / Via Rossa Guido

La marcia della pace parte dalla moschea: "Segno significativo"

Sabato l'appuntamento sarà quindi in stazione alle 14.30 da dove partiranno due pullman, messi a disposizione dalla diocesi, che porteranno i partecipanti al centro islamico di via Guido Rossa, dove è prevista una breve visita guidata

La marcia per la Pace cittadina parte dalla moschea di via Guido Rossa. È la principale novità di quest’anno per la manifestazione organizzata dall’arcidiocesi di Ravenna-Cervia (Ufficio per la Pastorale Sociale e del Lavoro) in collaborazione quest’anno con il centro islamico, le altre confessioni religiose presenti sul territorio, associazioni e movimenti, con l’adesione di Comune e Prefettura, in programma nel pomeriggio del 31 dicembre. Come ogni anno, la diocesi propone la marcia cittadina per celebrare la Giornata mondiale della pace del primo gennaio che quest’anno giunge alla 50esima edizione ed è ispirata al messaggio del Santo Padre sul tema “La nonviolenza: stile di una politica per la pace”. Questa la frase che comparirà infatti sullo striscione che aprirà la manifestazione.

“Abbiamo pensato che in un mondo e in un periodo storico caratterizzato da contrapposizioni e violenza – spiega il direttore dell’Ufficio di Pastorale Sociale, Luciano di Buò – fosse il segno più significativo che invece la collaborazione e l’incontro tra persone di religioni diverse è possibile e qui a Ravenna è realtà”. La marcia è infatti l’apice di un percorso che ha portato, nei mesi scorsi, il centro islamico e la comunità diocesana a conoscersi, parlarsi e visitarsi reciprocamente (cattolici in moschea e mussulmani in Seminario), anche grazie ad un ciclo di incontri dal titolo “Insieme per la pace dialogando” organizzato dal Movimento dei Focolari con tante altre associazioni e movimenti laicali.

Sabato l’appuntamento sarà quindi in stazione alle 14.30 da dove partiranno due pullman, messi a disposizione dalla diocesi, che porteranno i partecipanti al centro islamico di via Guido Rossa, dove è prevista una breve visita guidata. Da qui poi si tornerà in città, per la partenza della seconda parte della marcia da piazza Baracca alle 16. A piedi, quindi si scenderà per via Cavour fino al sagrato di San Domenico, dove l’associazione degli Avvocati di strada proporrà una breve riflessione. Il corteo arriverà quindi in piazza del Popolo dove a intervenire saranno le istituzioni, il sindaco Michele de Pascale e il prefetto Francesco Russo. La marcia terminerà in San Francesco dove l’arcivescovo di Ravenna-Cervia Lorenzo Ghizzoni farà una breve riflessione e poi i rappresentanti di ciascuna delle confessioni religiose che parteciperanno proporrà una preghiera per la pace. Alla marcia saranno ammesse solo bandiere bianche con la scritta pace. Al termine verranno distribuiti biglietti ricordo con una frase tratta dal messaggio di papa Francesco per la Giornata della pace di quest’anno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La marcia della pace parte dalla moschea: "Segno significativo"

RavennaToday è in caricamento