menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Marco Marinoni vince la settima edizione del premio 'GialloLuna NeroNotte'

Marco Marinoni è nato a Monza e abita a Finale Ligure; è docente di musica elettronica al Conservatorio di Latina

Con il racconto “Il cacciatore di mercenari”, Marco Marinoni si è aggiudicato nei giorni scorsi la settima edizione del premio "GialloLuna NeroNotte" per inediti, indetto grazie alla collaborazione del Giallo Mondadori. La giuria lo ha scelto con questa motivazione: “Una serie di delitti, un’investigazione puntuale, ritmi ben scanditi, personaggi credibili; e una soluzione in linea con la storia, sobria e sempre contenuta”. Il racconto sarà pubblicato in appendice al Giallo, a inizio 2020. Marco Marinoni è nato a Monza e abita a Finale Ligure; è docente di musica elettronica al Conservatorio di Latina.

Il secondo posto è andato a Mattia Cuelli (residente a Montichiari, in provincia di Brescia) per “La casa nella nebbia”. “Un racconto pulp alla Quentin Tarantino, cattivo, visionario e splatter”; infine podio anche per Maurizio Polimeni (di Reggio Calabria) con “L’ostaggio”: “Storia è intrigante su un tema purtroppo, molto attuale. Meccanica del sequestro proposta in modo credibile. Con un colpo di scena di tutto rispetto”. Ex aequo per i romanzi inediti: “Qualcuno dal passato” di Irene Rossi (di Pordenone); “L’immagine divisa” di Marco Marinoni che, in questo modo, fa davvero l’en plein. I due lavori sanno pubblicati da Clown Bianco Edizioni nel 2020 e presentati alla 18esima edizione di “GialloLuna NeroNotte”.

Sono ancora quattro gli incontri in programma a Ravenna per GialloLuna NeroNotte, a partire dal 18 novembre con Piergiorgio Pulixi (ore 18.30, alla libreria “Liberamente” di viale Alberti, Ravenna). Seguiranno Marcello Simoni (22 novembre), Alessia Gazzola (17 gennaio), Licia Troisi (18 gennaio), tutti alla Biblioteca Classense.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento