Bassa Romagna, Marco Mordenti è il nuovo direttore dell'Unione dei Comuni

Nelle prossime settimane si attiveranno già alcuni nuovi meccanismi di revisione della governance interna, per consentire di gestire questa delicata fase in modo più collegiale attraverso un coinvolgimento più ampio di tutte le risorse umane dei Comuni e dell'Unione

Il presidente dell'Unione ha assegnato a Marco Mordenti le funzioni direzionali dell'Unione, che svolgerà mantenendo il suo attuale ruolo di segretario dell'ente. Assegnata invece a Paolo Cantagalli la funzione di Vicesegretario dell'Unione. Mordenti, sposato, con una figlia, ha appena compiuto 53 anni. Laureato in giurisprudenza, ha svolto a partire dal 1994 numerosi incarichi di segretario comunale e di direttore generale; attualmente è segretario dei Comuni di Lugo e Fusignano, oltre che dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna. Con il decreto del 30 marzo, Mordenti assume anche il ruolo di direttore generale dell'Unione.

L’esperienza maturata in anni di lavoro al servizio dell’Unione e di alcuni dei Comuni aderenti hanno dimostrato le qualità professionali di Marco Mordenti, e in particolare la sua capacità di fare dialogare le esigenze dei singoli Comuni nella dimensiona bassoromagnola. Questa scelta si inserisce in un'importante fase di discussione sulla nuova governance dell’Unione che si interfaccia anche con le novità introdotte dalla Legge “Madia” per la riforma della Pubblica amministrazione, i cui decreti attuativi dovrebbero essere emanati entro l'estate. Entrando nella seconda metà del mandato, la giunta si appresta a passare da una fase di continuità rispetto alla precedente amministrazione ad una più improntata alle nuove priorità fissate nel proprio programma di mandato. Uno dei primi passi in questa direzione è stato l'affidamento a ciascun Sindaco di progetti strategici legati ai temi prioritari individuati: sostenibilità ambientale, innovazione, attrattività.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per affrontare questo passaggio è necessaria un’analisi precisa della realtà che oggi rappresenta l’Unione, in termini di quantità e qualità dei servizi: per questo nel corso del 2016 partirà un percorso partecipato di coinvolgimento della struttura tecnica e politica ma anche di tutti i portatori di interesse della Bassa Romagna per ragionare insieme sullo sviluppo del territorio e su come l'Unione deve riorganizzarsi per essere ancora all'altezza di queste sfide. È intenzione della Giunta dell'Unione affidare ad un'agenzia esterna la gestione di questo progetto, coinvolgendo anche la Spisa (Scuola di Specializzazione in Studi sull'Amministrazione Pubblica) dell'Università di Bologna. Nelle prossime settimane si attiveranno già alcuni nuovi meccanismi di revisione della governance interna, per consentire di gestire questa delicata fase in modo più collegiale attraverso un coinvolgimento più ampio di tutte le risorse umane dei Comuni e dell'Unione.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Coronavirus, un altro studente positivo a scuola: classe in quarantena

  • Si parte in anticipo coi vaccini antinfluenzali: gratis sopra i 60 anni

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Elezioni a Faenza: lo spoglio delle schede e i risultati - LA DIRETTA

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento