Mareggiate pericolose, Lega: "Contrastare l'erosione costiera con nuovi argini"

Per limitarne i danni la Regione effettua ripascimenti e opere di consolidamento degli argini: secondo l'esponente del Carroccio, però, questi interventi "non riescono a dare una vera e propria soluzione al problema"

"La Regioni trovi una soluzione per contrastare l'erosione costiera, costruendo nuovi argini o barriere lungo il litorale romagnolo". Lo chiede Andrea Liverani della Lega Nord, che, tramite un'interrogazione, riporta l'attenzione sul fenomeno naturale che rappresenta una "grave minaccia per l'ambiente e l'economia balneare".

VIDEO - Marina Romea, la mareggiata mette in pericolo lo stabilimento balneare

Per limitarne i danni la Regione Emilia-Romagna effettua ripascimenti e opere di consolidamento degli argini, con un investimento di 43 milioni di euro dal 2015 a oggi. Secondo l'esponente del Carroccio, però, questi interventi "non riescono a dare una vera e propria soluzione al problema, bensì non fanno altro che mitigarne minimamente gli effetti". L'ultimo caso di mareggiata di grande entità è avvenuto nella zona di Marina Romea e ha eroso gran parte della spiaggia. Subito dopo la mareggiata, sono stati annunciati i lavori di ripristino degli argini invernali: lavori che prevedono la ricostruzione degli argini lungo tutto il tratto di Marina Romea sud per una lunghezza di 650 metri a partire dalla foce del fiume Lamone. Per questo il consigliere leghista chiede alla giunta regionale "quali azioni intenda promuovere per tentare di dare una vera soluzione al problema e se sia prevista la creazione di nuovi argini o barriere lungo la costa romagnola".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche il consigliere comunale del Carroccio Gianfilippo Rolando, tramite un question time, chiede al sindaco e alla giunta "se non si ritenga più opportuno individuare e studiare un piano di protezione costiera fisso in grado di mettere al sicuro sia il comparto balneare che quello naturalistico e la data di posizionamento dell’ultima duna di protezione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un ravennate in Nuova Zelanda: "Guardavano noi italiani con diffidenza, ora il panico è arrivato anche qua"

  • Si cappotta in un campo col camion: portato a Bologna in elicottero, è gravissimo

  • Scompare da casa, vasta ricerca delle forze dell'ordine su tutto il territorio

  • Il Coronavirus si porta via un medico: "Una splendida persona sempre disponibile"

  • Coronavirus, rallentano i contagi e crescono i guariti. Ma Ravenna conta un altro morto

  • Fortissima esplosione in un'abitazione: uomo ferito in condizioni gravissime

Torna su
RavennaToday è in caricamento