Massa Lombarda si conferma al primo posto in provincia per raccolta differenziata

Secondo i dati forniti dalla Regione Emilia-Romagna e relativi al 2019, Massa Lombarda è infatti il Comune più virtuoso sul tema, con un aumento di oltre tre punti percentuali rispetto all’anno precedente

Massa Lombarda si conferma anche quest’anno il Comune della provincia di Ravenna con i dati più alti di raccolta differenziata, con una percentuale del 71,1%, a fronte di una media provinciale del 59,3%. Secondo i dati forniti dalla Regione Emilia-Romagna e relativi al 2019, Massa Lombarda è infatti il Comune più virtuoso sul tema, con un aumento di oltre tre punti percentuali rispetto all’anno precedente.

“Questo risultato, con il superamento della soglia del 70%, premia l’impegno messo dell’Amministrazione comunale ed è frutto del rispetto delle regole, che la maggior parte dei cittadini osserva quotidianamente - commenta il sindaco Daniele Bassi - Un risultato che dimostra la sempre maggiore consapevolezza diffusa sull’importanza di attuare scelte e comportamenti individuali nell’ottica della responsabilità e della sensibilità ambientale. Il nostro lavoro non si fermerà qui, perché l’obiettivo è raggiungere risultati sempre migliori. Per fare questo occorre continuare con determinazione a promuovere le corrette pratiche sul conferimento dei rifiuti e, laddove necessario, sanzionare i comportamenti che non rispettano le norme, dato che rispettarle è facile e non costa fatica”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drammatico tamponamento mortale, il disperato volo dell'elicottero non riesce a salvargli la vita

  • Una giovane stilista romagnola conquista il principe Carlo con i suoi abiti

  • Critiche sui social all'attrice lughese scelta da Gucci

  • Schianto frontale: Panda proiettata nel fosso dopo l'urto, 65enne soccorso con l'elicottero del 118

  • Ci mette 'Anema e core' e apre una pizzeria napoletana: "E' la mia passione da sempre"

  • Lo sfogo di una parrucchiera: "Salone anti-covid, ma le miei clienti non possono più venire"

Torna su
RavennaToday è in caricamento