Massa Lombarda investe sulla videosorveglianza: in arrivo telecamere ad altissima risoluzione

Il 5 aprile si è insediato a Bologna il coordinamento Anci Emilia-Romagna sulla sicurezza alla presenza per l’Unione del sindaco Daniele Bassi, della comandante Paola Neri, che fanno parte del tavolo

Importanti investimenti a Massa Lombarda permetteranno di avere un sistema di videosorveglianza all’avanguardia dal punto di vista tecnologico. A breve sarà infatti a regime un circuito formato da ben 32 telecamere, di cui 11 nuove, dotate di moderni sistemi che permettono un’efficienza superlativa per l’analisi delle videoregistrazioni. Le nuove telecamere, tutte con una risoluzione da 20 megapixel, sono infatti tutte dotate di multi ottica e visori notturni che permettono di vedere con qualsiasi condizione di luce e criticità atmosferica. Delle 11 telecamere, nove saranno dotate di visione a 180 gradi e due con ottica a 360 gradi, in base alla loro collocazione.

Le ultime installate sono quelle di piazza Mazzini (in questo caso dispongono di multi ottica a 180 gradi).Il sistema di videosorveglianza è stato progettato dall’Ufficio Informatica dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna ed è integrato per tutti i Comuni dell’Unione; il controllo è affidato agli agenti della Polizia municipale. Le immagini registrate vengono conservate per sette giorni, a tutela della privacy. Gli “occhi elettronici” sono uno strumento fondamentale per garantire la sicurezza e contrastare l’impunità. L’alta definizione delle immagini è fondamentale per garantire l’efficienza del sistema, che nasce per rendere il territorio sempre più ostile a chi ha intenzione di delinquere. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Stiamo investendo risorse per corrispondere in modo adeguato alle esigenze dei nostri cittadini - ha dichiarato il sindaco Daniele Bassi -. Inoltre, la partecipazione attraverso i gruppi di vicinato, particolarmente attivi in questo territorio, produce un aumento di sicurezza reale e percepita”. Il 5 aprile si è insediato a Bologna il coordinamento Anci Emilia-Romagna sulla sicurezza alla presenza per l’Unione del sindaco Daniele Bassi, della comandante Paola Neri, che fanno parte del tavolo. Per l’occasione è stato definito il programma di lavoro del coordinamento, e l'esperienza della Bassa Romagna è stata citata come modello virtuoso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Coronavirus, un altro studente positivo a scuola: classe in quarantena

  • Si parte in anticipo coi vaccini antinfluenzali: gratis sopra i 60 anni

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Elezioni a Faenza: lo spoglio delle schede e i risultati - LA DIRETTA

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento