menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cristiano eliminato da Masterchef, ma il sogno continua: "Voglio aprire una trattoria Cavolini fuori di qui"

Il sogno di Cristiano Cavolini di diventare il nuovo Masterchef italiano finisce qui. Ma quello di cambiare vita e diventare un cuoco no

Il sogno di Cristiano Cavolini di diventare il nuovo Masterchef italiano finisce qui. Ma quello di cambiare vita e diventare un cuoco no. Nella puntata di Masterchef di giovedì, infatti, oltre a Valeria anche il 46enne operaio di Solarolo è stato eliminato "scivolando" su una milza che proprio non è andata giù ai tre giudici.

A inizio puntata gli aspiranti chef devono scegliere tra due mystery box: una dal contenuto nascosto e una trasparente, da cui è possibile vedere gli ingredienti che risiedono al suo interno. La prima è la box dell’ignoto, dove sono racchiusi gli ingredienti che riguardano l’elemento dell’aria. La seconda è la box del visibile, che contiene dieci ingredienti, tutti appartenenti al mondo acquatico. Gli aspiranti chef devono scegliere una delle due: Jia Bi ed Eduard scelgono la box dell’acqua, mentre tutti gli altri scelgono la box dell’aria. Al termine dei 45 minuti, i tre piatti migliori sono quelli di Maxwell, Eduard e Aquila, ma è solo quest’ultimo ad aggiudicarsi il primo posto sul podio, per essere riuscito a esaltare al meglio i sapori del suo piatto.

Il cuoco amatoriale di Bellaria entra nella Master Room, dove per primo incontra lo chef Terry Giacomello, 1 stella Michelin dal ristorante Inkiostro di Parma. Lo chef sperimentatore e visionario mostra tre suoi piatti in ordine crescente di difficoltà. I piatti non devono essere replicati, ma Aquila deve assegnare a ogni aspirante chef uno dei tre gruppi di ingredienti protagonisti dei piatti di Giacomello. Il primo gruppo di ingredienti ha come elemento principale i fagioli ed è assegnato a Jia Bi, Max, Eduard e Monir. Il secondo gruppo vede protagonista il lombo di alce e spetta a Valeria, Cristiano e Irene. L’ultimo gruppo di ingredienti, invece, è caratterizzato da ben 40 tipi di erbe diverse e Aquila lo assegna a se stesso, Antonio, Azzurra e Federica. A vincere l’invention test è Jia Bi, che conquista appieno il palato dei giudici con il suo piatto “Isole”. I peggiori della prova, invece, sono Valeria, Azzurra e Cristiano, che propone il piatto 'Punto e a capo', dei cappelletti ripieni di gelatina ai sapori di bosco con cubi di alce al grano saraceno. Il piatto non piace a chef Giacomello, ma Cristiano si salva in extremis e torna alla sua postazione in lacrime per l'uscita di Valeria. La cuoca amatoriale di Vasto sbaglia totalmente la preparazione del lombo di alce, così deve togliersi il grembiule e abbandonare per sempre la cucina di Masterchef.

La Masterclass deve ora affrontare la prova in esterna: siamo sulle rive del Lago di Iseo, dove una piccola comunità di pescatori si è fatta carico di perpetuare una produzione rara e preziosa: quella della sardina essiccata. Nei menù a tre portate, quindi, oltre al pescato del giorno, deve essere proprio la sardina essiccata la protagonista. La brigata rossa è capitanata da Jia Bi, vincitrice dell’invention test, che nella sua squadra sceglie di avere Antonio, Azzurra, Maxwell e Eduard. I restanti cuochi amatoriali, tra i quali Cristiano, formano la brigata blu con Monir come capitano. I giudici di questa esterna sono 20 pescatori del luogo che, al momento del servizio, valutano le due brigate con 13 a 7 per la squadra rossa, che si aggiudica la vittoria.

I blu, invece, deveno affrontare il pressure test, il cui tema è la carne. Uno di loro può essere salvato senza affrontare la sfida e tutti votano Monir che sale in balconata. Aquila, Federica, Cristiano e Irene si dirigono in postazione e, appena sollevano le box, davanti a loro vedono ben 13 tagli diversi di carne. Prima di tutto devono indovinare il nome di più tagli di carne possibili in tre minuti di tempo e i migliori a farlo sono Federica e Aquila, che hanno il vantaggio di scegliere quali pezzi cucinare. Il peggiore invece è proprio Cristiano, che indovina un solo taglio. Federica e Aquila scelgono l’agnello e, inoltre, i due possono decidere quali assegnare ai loro compagni: Federica sceglie la milza per Irene e lo stesso fa Aquila per Cristiano. Come ulteriore vantaggio, Federica e Aquila possono scegliere cinque ingredienti da abbinare al loro piatti e destinarne cinque agli altri due sfidanti.

Allo scadere dei 30 minuti del pressure test, Cristiano presenta ai giudici una milza stufata al pomodoro con ananas e zucca. Il piatto non convince i giudici: Cristiano fa sparire totalmente il sapore della milza e per questa ragione l’aspirante chef deve togliersi il grembiule e abbandonare per sempre la cucina di Masterchef. "Ho avuto tanta paura di questo momento, ho superato tantissimi limiti, voglio cominciare un percorso fuori per arrivare ad aprire una trattoria Cavolini fuori da qua", commenta l'uscita in lacrime Cristiano. "Tu hai un talento innato: è il tuo gusto, e se studi il tuo talento aprirà le porte di tutti i tuoi sogni", lo rassicura chef Barbieri. "Credevo di uscire alla prima sfida, poi alla seconda, sempre a quella successiva - conclude Cristiano - Ho capito che se mi impegno qualcosa riesco a combinare. È stato un sogno. Torno a casa stra felice, voglio dimostrare a tutti che chi vuole può".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento