rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Cronaca

Maxi-operazione contro la 'Ndrangheta al Nord: due arresti a Ravenna

Arresti anche a Ravenna nell'operazione contro la ‘Ndrangheta chiamata “Alchemia”, che ha visto  40 arresti in tutto

Arresti anche a Ravenna nell'operazione contro la ‘Ndrangheta chiamata “Alchemia”, che ha visto  40 arresti in tutto. Martedì la Polizia di Stato a conclusione di complesse e articolate indagini coordinate dalla Procura Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria, ha tratto in arresto a Ravenna due persone  per i reati di associazione per delinquere di stampo mafioso, concorso esterno in associazione mafiosa, corruzione, intestazione fittizia di beni e società.

L’inchiesta, convenzionalmente denominata ”Alchemia”, ha riguardato anche le regioni Liguria, Calabria, Lazio e Piemonte dove sono state eseguite dalla Polizia di Stato e dalla D.I.A. 42 misure cautelari  di cui 34 in carcere, 6 ai domiciliari e 2 interdittive dall’esercizio di un pubblico ufficio. Tutti gli arrestati sono accusati di essere affiliati e contigui alla ‘ndrangheta delle cosche reggine “Raso – Gullace – Albanese” e “Parrello – Gagliostro”. Destinatari della misura restrittiva della custodia cautelare in carcere anche due persone domiciliate a Ravenna:  D.V. 48enne residente a Ravenna e A.A.B. 49enne napoletano ritracciato in un albergo del ravennate.

Le investigazioni hanno disvelato il grande interesse degli appartenenti alle consorterie della ‘ndrangheta per diversi settori “strategici”, quali il movimento terra, l’edilizia, l’import-export di prodotti alimentari, la gestione di sale giochi e di piattaforme di scommesse on line, la lavorazione dei marmi, autotrasporti, smaltimento e trasporto di rifiuti speciali, con l’individuazione di società intestate a prestanome. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi-operazione contro la 'Ndrangheta al Nord: due arresti a Ravenna

RavennaToday è in caricamento