rotate-mobile
Cronaca Cervia

"Mi dia le coordinate della sua Banca": le truffe dei finti dipendenti Enel anche al telefono

I Carabinieri raccomandano di non abbassare la guardia: le truffe, specie quelle in danno di anziani, sono reati odiosi che colpiscono persone vulnerabili anche nelle loro case e spesso facendo leva sugli affetti più cari.

I Carabinieri della Stazione di Savio, hanno ricevuto la denuncia di un pensionato di Fosso Ghiaia che, trovatosi a casa della madre 88enne, aveva ricevuto una telefonata da un sedicente “dipendente ENEL” che, con accento straniero, chiedeva le coordinate bancarie della donna per procedere ad un asserito rimborso della bolletta. Il denunciante, anche grazie agli incontri informativi organizzati, ha contattato il servizio clienti ENEL ed avuta conferma del tentato raggiro, ha denunciato il fatto.


"I Carabinieri raccomandano di non abbassare la guardia: le truffe, specie quelle in danno di anziani, sono reati odiosi che colpiscono persone vulnerabili anche nelle loro case e spesso facendo leva sugli affetti più cari. Una delle conseguenze peggiori di queste truffe è il sentimento di sconforto e prostrazione che coglie la vittima dopo il raggiro Segnalate anche il minimo sospetto al numero di Pronto Intervento “112” perché ci sono persone pronte ad ascoltarvi. Oggi i truffatori non sono più singole persone che operano sporadicamente ed in modo dilettantesco, ma vere e proprie organizzazioni con ramificazioni in tutta Italia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mi dia le coordinate della sua Banca": le truffe dei finti dipendenti Enel anche al telefono

RavennaToday è in caricamento