menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Migliaia di spettatori online per la maratona musicale dedicata a Patrick Zaki

Un grande evento da mezzogiorno a mezzanotte per chiedere la liberazione dello studente egiziano detenuto al Cairo

Buon successo per l'iniziativa “Voci X Patrick”, la maratona musicale in streaming per chiedere la liberazione di Patrick Zaki. L’evento dell’8 febbraio promosso da Amnesty International Italia, MEI - Meeting degli Indipendenti e Voci per la Libertà ha raggiunto l’obiettivo di coinvolgere tantissimi artisti in questa significativa richiesta di libertà per lo studente egiziano dell’Università di Bologna che è detenuto nelle carceri del Cairo come prigioniero di coscienza a causa del suo lavoro per i diritti umani e per le opinioni politiche espresse sui social media.

La maratona musicale si è svolta da mezzogiorno a mezzanotte, dodici ore di musica ed interventi in diretta per un evento che ha ottenuto il Patrocinio della Camera dei Deputati, dell’Università e del Comune di Bologna. A seguirlo sono state decine di migliaia di spettatori con più di mille condivisioni e con centinaia di messaggi di persone comuni che assieme agli artisti e agli organizzatori hanno chiesto la libertà per Zaki. 

Oltre 200 gli interventi di artisti, giornalisti, conduttori e organizzatori in quella che è stata la più grande mobilitazione musicale dedicata allo studente. Tra i musicisti, nomi come Roy Paci, Grazia di Michele, Pierpaolo Capovilla, Alberto Fortis, Marina Rei, Cosimo Damiano Damato, Erica Mou, Antonio Iammarino e molti altri. Ad amplificare i contenuti della maratona la staffetta che Rai Radio 1 ha realizzato durante tutta la giornata con il passaggio di testimone tra i vari programmi e le edizioni del giornale radio. Ogni programma ha mandato in onda un brano di un artista, con interviste e interventi in diretta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento