rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Cronaca Cervia

A Milano Marittima aumentano i divieti: multe anche per addii al nubilato troppo spinti

L'obiettivo dell'amministrazione è aumentare il decoro nel centro di Milano Marittima, permettendo a tutti una piacevole passeggiata. Di fatto è una integrazione dell'ordinanza emessa lo scorso Ferragosto

Sanzioni “educative” da 25 euro per chi circola a torso nudo, consuma bevande alcoliche in vetro in modo itinerante, partecipa ad addii al celibato/nubilato, indossando o maneggiando oggetti volgari, utilizza megafoni, compra dai venditori abusivi. Limitazioni anche per la vendita di alcool in tutto il territorio comunale ed invito agli esercenti a non far entrare venditori abusivi. L’obiettivo dell’amministrazione è aumentare il decoro nel centro di Milano Marittima, permettendo a tutti una piacevole passeggiata. Di fatto è una integrazione dell’ordinanza emessa lo scorso Ferragosto, ma con alcune novità per far fronte a nuove problematiche. 

Tra le novità vi è anche una sanzione “educativa” cioè ad un importo basso (25 euro), in quanto l’obiettivo non è sanzionare le persone, ma educarle, ed avere uno strumento che possa indirizzarne i comportamenti.  Viene riproposto il divieto di circolare a torso nudo nel centro di Milano Marittima estendendone l’area dal Piazzale Napoli, fino all’inizio del Viale Dante, ovvero con la passeggiata commerciale della città. "Sempre in questa area, si cerca di limitare gli addii al celibato/nubilato esagerati: ultimamente - si legge nella nota del Comune - gruppi di ragazzi circolano spesso in condizioni alterate, urlando ed utilizzando megafoni, oppure maneggiando oggetti molto volgari che certamente possono turbare la passeggiata di famiglie, ma anche altri giovani. Così come non si potrà circolare a piedi bevendo alcolici in contenitori di vetro che poi vengono dispersi e spesso vengono portati da casa, o acquistati in quantità nei minimarket con l’obiettivo di raggiungere subito lo stato di ebbrezza".

Vengono confermate a tal fine le disposizioni dello scorso anno, ovvero alle 23 stop alla vendita d’asporto per super alcolici eccetto le birre fino a 33cl, la cui vendita terminerà alle ore 24, così come stabilito dalla legge nazionale. È stato fornito anche uno strumento agli esercenti per vietare ai venditori abusivi di rose od altri prodotti, di entrare nelle proprie attività ed aree dove si consumano cibi o bevande, per porre in vendita prodotti non sicuri, né igienici. Per la prima volta verrà anche sperimentato il “divieto di acquisto di prodotto” di prodotti venduti da venditori abusivi nel centro.

Il Sindaco Luca Coffari ha dichiarato: "Questo provvedimento mira ad affrontare alcune problematiche presenti nel centro di Milano Marittima. Il nostro obiettivo è puntare al decoro ed al rispetto di tutti i fruitori. Non vogliamo sanzionare, ma educare e lo dimostra anche l’istituzione di una multa molto contenuta nell’importo, che speriamo di applicare il meno possibile. Certo servirà anche la collaborazione dei privati, specie per favorire comportamenti consoni nel centro, ma anche disincentivare la vendita abusiva di rose ed oggetti di modico valore che ormai infastidiscono i clienti. Da questo week end faremo alcuni controlli interforze nel centro e con appositi cartelli verranno informati anche i turisti sul posto. Su Milano Marittima, così come sugli altri centri, vogliamo investire; abbiamo riaperto e rigenerato il vialetto degli artisti, riaperto luoghi dimenticati e stiamo avviando gli incontri con i privati per partire con il restyling del centro di Milano Marittima dalla rotonda al canalino, per 1,2 mln finanziati nel piano investimenti 2015".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Milano Marittima aumentano i divieti: multe anche per addii al nubilato troppo spinti

RavennaToday è in caricamento