menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mobilità casa-lavoro, al via i contributi per aiutare i lavoratori disabili

Potranno beneficiare dei contributi le persone con disabilità, ma anche parenti o affini di terzo grado, colleghi, soggetti terzi e le associazioni di volontariato che accompagnino la persona al lavoro

Offrire un aiuto ai lavoratori disabili che manifestino particolari difficoltà nel recarsi sul luogo di lavoro con mezzi propri o con normali mezzi di trasporto pubblico. È questo l’obiettivo dell’avviso pubblico, in pubblicazione da mercoledì 10 febbraio, per l’assegnazione di contributi a sostegno della mobilità casa-lavoro del Servizio sociale associato dei Comuni di Ravenna, Cervia e Russi. Potranno beneficiare dei contributi le persone con disabilità, ma anche parenti o affini di terzo grado, colleghi, soggetti terzi e le associazioni di volontariato che accompagnino la persona al lavoro.  

“Si tratta di contributi finalizzati ad agevolare i processi di mobilità da e verso i luoghi di lavoro per quei lavoratori e quelle lavoratrici disabili impossibilitati a conciliare gli orari di lavoro con i percorsi dei trasporti pubblici e che necessitano di un trasporto personalizzato – spiega l’assessora ai Servizi sociali Valentina Morigi - Per il quarto anno consecutivo e in un momento di particolare difficoltà come quello che stiamo vivendo il bando potrà contribuire ad aiutare le persone con disabilità in un ambito della vita così importante come quello lavorativo”.

La Regione Emilia-Romagna ha riconosciuto al Distretto di Ravenna, coincidente con i Comuni di Ravenna, Cervia e Russi, un finanziamento, per l’anno 2020, pari a 38.040,99 euro. Per tutte le tipologie di beneficiari è previsto un tetto massimo di spesa pro-capite pari a 3.000 euro annui, che saranno erogati quale rimborso diretto per le spese ammissibili effettivamente sostenute e debitamente documentate.

Le spese ammissibili al contributo, a titolo esemplificativo, potranno essere relative al carburante per l’utilizzo del proprio veicolo o quello di un familiare; al pagamento del servizio taxi o di un servizio personalizzato con conducente regolarmente retribuito ai sensi di legge; all’acquisto di ausili trasportatori adattati come quadricli o carrozzine elettriche; al carburante utilizzato per veicoli di proprietà di associazioni di volontariato che prestano attività a sostegno di persone disabili assunte con regolare contratto di lavoro.

In presenza di un numero di richieste superiore alle risorse assegnate, il contributo potrà essere rideterminato in modo proporzionale, per consentire il soddisfacimento di tutte le domande pervenute in possesso dei requisiti previsti e debitamente documentate. I contributi oggetto del bando non potranno essere cumulabili con altre agevolazioni erogate da soggetti pubblici o privati per il servizio del trasporto casa-lavoro.

Le spese rimborsabili dovranno essere riferite solo all'anno 2020, con il riconoscimento dei costi già sostenuti in data antecedente all’avviso pubblico, purché riferiti all'anno 2020 e adeguatamente documentati. Le risorse erogate dovranno essere utilizzate esclusivamente per la copertura dei costi sostenuti per il raggiungimento del posto di lavoro.

Le richieste dovranno essere redatte sull’apposito modulo, reperibile a partire da oggi all’indirizzo https://www.comune.ra.it/bandi/avviso-pubblico-per-lassegnazione-di-contributi-a-sostegno-della-mobilita-casa-lavoro-per-i-lavoratori-disabili-ai-sensi-della-l-68-99/. Il termine per la presentazione è fissato entro le 12 del 31 marzo 2021. Per informazioni è possibile rivolgersi ai seguenti recapiti telefonici: Comune di Ravenna 0544 482550, Comune di Cervia 0544 979378, Comune di Russi 0544 580376.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento