rotate-mobile
Cronaca

È di un prete il cadavere trovato lungo l'argine dei Fiumi Uniti

Il ritrovamento è avvenuto martedì da parte di un senegalese che stava transitando vicino al Ponte Bailey di Lido Adriano in bicicletta

E' di un prete il cadavere ritrovato martedì pomeriggio lungo l'argine sinistro dei Fiumi Uniti. Si tratta di Eugenio Giorgini, 73enne originario della provincia di Sondrio in Valtellina che abitava nella provincia di Pesaro-Urbino, come riporta Il Resto del Carlino in edicola mercoledì: nelle Marche, infatti, aveva svolto servizio in diverse parrocchie. Dal 2004 era stato Parroco a Sterpeti (frazione di Montefelcino), mentre nel 2005 era diventato cappellano nell'ospedale di Fossombrone; per anni, inoltre, era stato sacerdote in Svizzera al fianco degli emigranti italiani (in Diocesi ricopriva il ruolo di Direttore dell’Ufficio Migrantes).

Cadavere trovato sull'argine del fiume (foto Massimo Argnani)

Il macabro ritrovamento

Il ritrovamento è avvenuto martedì da parte di un senegalese che stava transitando vicino al Ponte Bailey di Lido Adriano in bicicletta. L'uomo ha notato la presenza di un cadavere vicino a una Fiat Panda (di proprietà del parroco) parcheggiata nei pressi dell'argine. Il ciclista, spaventato, ha chiamato un capannista che si trovava nei paraggi e insieme i due hanno subito lanciato l'allarme, ma quando i medici sono giunti sul posto non hanno potuto far altro che constatare il decesso. Al momento non ci sarebbero elementi che possano far pensare a una morte diversa da quella dovuta a cause naturali.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È di un prete il cadavere trovato lungo l'argine dei Fiumi Uniti

RavennaToday è in caricamento