rotate-mobile
Cronaca Cervia

Cervia piange la scomparsa di Alessandro Madesani Deledda

Nipote della scrittrice Grazia Deledda, premio Nobel per la letteratura nel 1927, è stato un grande amico di Cervia

E' scomparso dopo una lunga malattia Alessandro Madesani Deledda. Nipote della scrittrice Grazia Deledda, premio Nobel per la letteratura nel 1927, è stato un grande amico di Cervia, memore della lunga frequentazione della località balneare da parte dell’amata nonna. Terenzio Medri, già presidente Confcommercio e presidente della manifestazione letteraria “Cervia, la spiaggia ama il libro”, e Cesare Brusi, direttore Confcommercio, hanno a lungo collaborato con lui nella riedizione della libri della Deledda “Il paese del vento” e “Sole d’estate”, donati ai turisti cervesi rispettivamente nel 2004 e nel 2016 durante il “Ferragosto con gli autori”, nella ideazione dell’itinerario letterario “Sulle tracce di Grazia Deledda”, proposto per la prima volta in Italia nell’agosto del 2003 e nell’organizzazione di numerosi incontri culturali.

"L’intesa profonda con Alessandro è stata segnata dalla comune passione per la memoria viva della grande scrittrice, che molti turisti hanno conosciuto grazie alle iniziative intraprese nel corso degli ultimi 15 anni", ricordano da Confcommercio. Medri si è fatto più volte portavoce della volontà di destinare a “casa museo” Villa Caravella, la casa situata in viale Colombo che Deledda abitò nei suoi lunghi soggiorni a Cervia. Un progetto che Medri rilancia ancora oggi, facendo proprio il desiderio condiviso con Alessandro Madesani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cervia piange la scomparsa di Alessandro Madesani Deledda

RavennaToday è in caricamento