rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Ha dedicato la sua esperienza al volontariato: si è spento Alfio Baldino

"Ravenna subisce l’ennesima grande perdita di un suo cittadino che ha davvero incarnato nel tempo la figura di volontario per eccellenza", afferma Spadoni

Si è spent Alfio Baldino, storica figura della sanità ravennate e del mondo del volontariato. Nel 2011 ha ricevuto un importante riconoscimento nella sede di Confcommercio Ravenna nell'ambito dei premi "Fedeltà al Lavoro e al Progresso Economico" e "Teodorico". Stimato dirigente dell'Ausl fino al 1992 (responsabile di medicina di base nella struttura) e già premiato per il suo impegno nel volontariato con il cavalierato ufficiale della Repubblica dai presidenti Oscar Luigi Scalfaro e Carlo Azeglio Ciampi, ha dedicato la sua esperienza e il suo tempo al servizio di volontariato allo sportello Cup dell'Ausl di Ravenna, in via Fiume Abbandonato.

"Ravenna subisce l’ennesima grande perdita di un suo cittadino che ha davvero incarnato nel tempo la figura di volontario per eccellenza, sempre disponibile per tutti - afferma il consigliere provinciale, Gianfranco Spadoni -. Baldino è stato dipendente per molto tempo dell’Inam, l’istituto nazionale contro le malattie sino a diventare responsabile Saub, vale a dire  la struttura amministrativa unificata di base del Servizio sanitario".

"Oltre alla meritata carriera, resta impressa la  sua proverbiale disponibilità assicurata indistintamente a tutti  durante il lungo periodo lavorativo e  continuato anche in seguito al Cmp dell’Unità sanitaria in cui svolgeva la funzione di volontario addetto alle informazioni e al disbrigo di piccole pratiche amministrative, come la scelta del medico, l’esenzione del ticket, il rinnovo delle varie tessere eccetera - prosegue -. Credo, senza ombra di smentita, che nessun ravennate non abbia beneficiato dei consigli, degli aiuti concreti e dei piccoli servizi offerti con grande competenza e puntualità dal generoso ed amabile ragioniere".

Il consigliere provinciale aggiunge "di aver ricevuto sempre grande amicizia unita a consigli davvero paterni e affettuosi. A lui mi legano, inoltre, esperienze indimenticabili di attività comuni su vari fronti. Baldino, insomma, non era la classica persona impegnata in una sola articolazione del volontariato, ma incarnava piuttosto la figura del volontario sempre disponibile per il suo prossimo, senza distinzioni di alcun  tipo. Quella sorta di persona dedita agli altri e in grado di  assicurare  la propria attività ovviamente senza alcuna finalità di lucro.   Alla famiglia i miei più sentiti e autentici sentimenti  di commozione".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ha dedicato la sua esperienza al volontariato: si è spento Alfio Baldino

RavennaToday è in caricamento