rotate-mobile
Cronaca

Medicina in lutto: si è spento il "papà" degli occhi Cesare Forlini

Forlini, originario di Pagliare del Tronto, nella sua carriera ha ricevuto numerosi riconoscimenti. Nel 2013 è stato premiato come miglior chirurgo dell'anno nel campo della traumatologia oculare a New Orleans

L'ha spento una malattia. E' morto all'età di 66 anni Cesare Forlini, direttore della struttura di Chirurgia Complessa e Traumatologia di Ravenna dal dicembre 2011 al luglio 2014 e direttore della Struttura Complessa di Oculistica dell'Ospedale "Santa Maria delle Croci" dal maggio 2002 fino al dicembre 2011. "E' stato un professionista di rango internazionale e una gran bella persona - lo ricorda il sindaco Fabrizio Matteucci -. Aveva una passione e una competenza eccezionali che amava trasmettere ai giovani. In questi anni ho avuto il privilegio di apprezzare la sua professionalità e la sua umanità".

"Mi teneva aggiornato sulle tecniche terapeutiche ed operatorie, gli piaceva coinvolgermi nel saluto ai giovani che da tutto il mondo venivano a Ravenna per i suoi corsi di specializzazione, teneva molto alla celebrazione della giornata di Santa Lucia, patrona delle persone con problemi di vista, promuovendo incontri nell'aula magna del Santa Maria delle Croci - aggiunge -. Ogni tanto ci incontravano a cena a casa sua ed era bellissima la passione con cui mi raccontava del suo lavoro. Era poi molto curioso e attento nel farsi raccontare i problemi e i cambiamenti della nostra città. Desidero esprimere alla sua famiglia le mie più sentite condoglianze e desidero dire che per me è un grande onore essergli stato amico."

Forlini, originario di Pagliare del Tronto, nella sua carriera ha ricevuto numerosi riconoscimenti. Nel 2013 è stato premiato come miglior chirurgo dell’anno nel campo della traumatologia oculare a New Orleans, nell’ambito del più grande congresso annuale di oftalmologia, insignito di questo ambitissimo riconoscimento internazionale da parte della ‘Fondazione Helen Keller’. Tutti ricordano la storia del bambino bielorusso, rimasto completamente cieco a seguito dell'esplosione di un petardo, che ha trovato una parziale, ma sostanziale, soluzione grazie all'abilità dell'Unità Operativa di Oculistica Complessa diretta dal dottor Cesare Forlini

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Medicina in lutto: si è spento il "papà" degli occhi Cesare Forlini

RavennaToday è in caricamento