rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca Faenza

E' morta la missionaria della speranza Maria Pia Reggi: "Un grande esempio di vita"

"Di Pia Reggi, con la quale ho collaborato per molti anni - commenta il sindaco Giovanni Malpezzi - vorrei ricordare la totale disponibilità e dedizione ai poveri e ai malati"

Si è spenta giovedì, dopo lunga malattia, è scomparsa Maria Pia Reggi, nata nel 1943 a Canfanaro (Istria) da genitori faentini, ove si erano trasferiti per motivi di lavoro. Rientrata a Faenza con la famiglia, Pia si laureò in medicina, specializzandosi in medicina tropicale. Medico missionario in India dal 1970 al 1983, ottenne proprio in quel periodo (nel 1978) il riconoscimento del "Faentino Lontano". Successivamente operò in Africa fino al 1989, quindi è stata cofondatrice della Associazione Missionaria Internazionale. L'associazione, costituita l'8 dicembre 1989 insieme a mons. Mario Babini, è stata riconosciuta quale opera missionaria ecclesiale il 2 marzo 1991 dal vescovo di Faenza-Modigliana.

"Di Pia Reggi, con la quale ho collaborato per molti anni - commenta il sindaco Giovanni Malpezzi - vorrei ricordare la totale disponibilità e dedizione ai poveri e ai malati, in India, come in Africa e in altri paesi del mondo, per i quali ha profuso tutte le sue energie, anche negli ultimi anni della sua vita. Attraverso la testimonianza e le sue opere, Pia ci lascia una grande eredità: una traccia incancellabile di amore verso il prossimo, una fede vissuta con gioia e col sorriso, anche nei momenti di fatica, sofferenza e dolore, e un modello da seguire per dare speranza e pienezza alla vita. Per me e la mia famiglia, Pia è stata fino all'ultimo un grande esempio di vita, di impegno laico consacrato nel mondo, una forte testimonianza di accoglienza e missionarietà nel quotidiano, a partire dalla propria comunità. Sono certo che quanto ha seminato in vita, produrrà grandi frutti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' morta la missionaria della speranza Maria Pia Reggi: "Un grande esempio di vita"

RavennaToday è in caricamento