rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca

Politica ravennate in lutto: si è spento Maurizio Montanari

Era gravemente ammalato da tempo, impedito a muoversi nella sua casa, poi in ospedale

Si è spento Maurizio Montanari. Aveva compiuto lo scorso novembre 66 anni. Era gravemente ammalato da tempo, impedito a muoversi nella sua casa, poi in ospedale. "Lo ricordo soprattutto come amico di lunga data, leale e generoso, amante della sua città, interessato a viverla con passione e ardore, anche quando disilluso - afferma l'esponente di Lista per Ravenna, Alvaro Ancisi -. È stato un fotografo di prim’ordine, anche in campo nazionale. A lui si deve la storia fotografica di quella grande avventura culturale che prese il nome di Ravenna Festival. Sapeva trasmettere la sua arte, con semplicità e perizia, ai giovani e giovanissimi".

"Si buttò in politica come fondatore della Lega Nord in Romagna, di cui fu anche candidato alla Camera dei Deputati - chiosa Ancisi -. Nelle elezioni regionali del 2010 raccolse, con questa lista, 1032 preferenze. Successivamente, decise di fondare l’associazione "La Vedetta", con lo scopo di promuovere la partecipazione traversale dei cittadini alla vita politica locale, prestando la massima attenzione alla gestione del territorio e ai comportamenti degli amministratori. Ci eravamo sempre parlati e confrontati senza pregiudizio, trovandoci spesso in sintonia sulla vicende e sulle prospettive politiche della nostra città".

"In vista delle elezioni comunali del 2011, collaborò intensamente al programma di Lista per Ravenna, infine condividendolo appieno. Tanto che accettò, spassionatamente, senza mire di alcun genere, di essere candidato nella nostra lista in rappresentanza de "La Vedetta", figurando come capolista insieme a Gianfranco Spadoni, altra persona a cui era legato da profonda stima e simpatia - conclude -. La malattia lo ha purtroppo sottratto ben presto alla politica attiva, mantenendo tuttavia il dialogo e il rapporto coi suoi amici impegnati in trincea. Ci mancheranno le sue telefonate, le sue raccomandazioni, le sue “spinte” a far meglio. Ma lo sentiremo sempre vicino e partecipe. Ci fotografa da lassù. E noi gli sorridiamo. Ci aiuta la preghiera".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Politica ravennate in lutto: si è spento Maurizio Montanari

RavennaToday è in caricamento