Cronaca

Gli arbitri di Ravenna piangono la morte di Sebastiano Ticchi: "Non lo dimenticheremo mai"

Oltre che per la sua carriera di arbitro di calcio Ticchi era stato anche ufficiale della Polizia Municipale di Ravenna

Arbitri di Ravenna in lutto per la scomparsa di Sebastiano Ticchi. Aveva 81 anni. La sezione "Lorenzo Fabbri" dell'Associazione Italiana Arbitri (Aia) piange la morte del fischietto ravennate: "Lascia un grande vuoto in tanti di noi che lo hanno avuto come amico e maestro arbitrale".

Oltre che per la sua carriera di arbitro di calcio Ticchi era stato anche ufficiale della Polizia locale di Ravenna. "Addolorati per la triste circostanza esprimiamo sentimenti di cordoglio per la scomparsa dell'Ufficiale", il ricordo della Polizia locale di Ravenna. Il cordoglio del Comitato Cittadino di Porto Fuori, dove Ticchi risiedeva con la famiglia fin dagli anni '70: "Ricordiamo Sebastiano con affetto, appassionato d'arte e collezionista di medaglie Dantesche, sempre pronto a donarti un sorriso, un consiglio ed una battuta. Discreto, professionale, persona retta e legata alla famiglia".

All'inteno dell'Aia si era sempre impegnatoin vari ruoli tra i quali quello di vicepresidente. Nel tempo Ticchi ha seguito la crescita arbitrale di tanti attuali associati accompagnandoli sin dagli esordi fino alle categorie regionali e nazionali. Come osservatore è stato per 8 anni alla Can 5 dove si è fatto apprezzare per le sue doti umane oltre che tecniche. Il saluto della sezione ravennate: "Grazie per tutto ciò che hai fatto per noi, non lo dimenticheremo mai".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli arbitri di Ravenna piangono la morte di Sebastiano Ticchi: "Non lo dimenticheremo mai"

RavennaToday è in caricamento