rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Cronaca Lugo

Morti sospette all'ospedale di Lugo, quarto stralcio dell'inchiesta: due indagati

Sono stati indagati a piede libero in concorso per omicidio volontario l'allora direttore del reparto di Medicina Interna, un 66enne, e l'allora caposala, una 60enne, da poco andata in pensione

Nuovi sviluppi nelle indagini della Procura di Ravenna che hanno portato all'arresto per omicidio pluriaggravato e peculato dell'ex infermiera 43enne dell'ospedale di Lugo in carcere dal 10 ottobre accusata della morte avvenuta in aprile di Rosa Calderoni, l'anziana 78enne deceduta l'8 aprile del 2014 in seguito a complicanze cardiache. Sono stati indagati a piede libero in concorso per omicidio volontario l'allora direttore del reparto di Medicina Interna, un 66enne, e l'allora caposala, una 60enne, da poco andata in pensione. Secondo quanto contestato dal procuratore capo Alessandro Mancini e dal sostituto procuratore Angela Scorza, sulla base delle verifiche dei carabinieri dell'Investigativo, i due avrebbero omesso di adottare le misure organizzative e procedurali che potevano impedire l'omicidio.

L'ex infermiera 43enne si trova detenuta nel carcere di Forlì. il processo per le pesanti accuse inizierà il 16 ottobre. Un secondo fascicolo raccoglie tutti i decessi sospetti avvenuti nel nosocomio lughese quando la ormai ex infermiera era di turno. Un terzo stralcio coinvolge sempre il direttore di reparto oltre a un suo medico, un 61enne, e la direttrice sanitaria della struttura, una 56enne, per la tempistica con la quale i sospetti sulla 43enne  erano stati segnalati alla magistratura: per i primi due le ipotesi di reato sono di omissione di referto, per l'ultima di omissione di atti d'ufficio.

La Direzione Generale attraverso una nota "intende assicurare la totale collaborazione con gli organi inquirenti sul caso in oggetto, rispetto al quale fin da subito ha posto la massima attenzione nell’intraprendere le necessarie determinazioni". Inoltre viene sottolineato "con forza l’importanza che rivestono, presso questa Direzione, i principi di correttezza e trasparenza in ogni aspetto, diretto e indiretto, della vita aziendale. Principi a cui ci si attiene, e ci si atterrà sempre, nella valutazione di ogni singola situazione e comportamento, oltre che nella quotidiana gestione dell’Azienda".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morti sospette all'ospedale di Lugo, quarto stralcio dell'inchiesta: due indagati

RavennaToday è in caricamento