menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Morti sospette, udienza sospesa per l'ex primario dell'ospedale di Lugo

Re, difeso dagli avvocati Guido Magnisi e Roberto D'Errico, e Castellari, assistita dagli avvocati Paola Brighi e Manuela Liverani, sono accusati di omicidio "per omissione"

Per valutare le posizioni dell'ex primario di Medicina Interna dell'ospedale di Lugo, Giuseppe Re, e dell'ex coordinatore infermieri Cinzia Castellani è necessario attendere l'esito della perizia medico-legale sulle cause di morte della paziente 78enne Rosa Calderoni, disposta mercoledì dalla Corte di Appello di Bologna nel processo che vede imputata per omicidio l'ex infermiera 44enne Daniela Poggiali, condannata in primo grado all'ergastolo.

Il gip Antonella Guidomei, accogliendo le tesi delle difese, ha disposto un rinvio dell'udienza al 21 settembre, quando presumibilmente la perizia sarà depositata. Re, difeso dagli avvocati Guido Magnisi e Roberto D'Errico, e Castellari, assistita dagli avvocati Paola Brighi e Manuela Liverani, sono accusati di omicidio "per omissione". Per la Procura i due professionisti non hanno adottato tutte le misure necessarie per impedire l'omicidio della 78enne, avvenuto secondo l'accusa con un'iniezione letale di potassio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento