Cronaca Via Carraia Foschini

Non risponde alla moglie, poi la macabra scoperta: dilaniato dal tornio con il quale stava lavorando

Sul posto, oltre i Carabinieri di Lugo, anche il personale della Medicina del Lavoro, il 118 ed i Vigili del Fuoco che hanno avuto il difficile compito di estrarre i resti dell'anziano dal macchinario

E' stato ritrovato dilaniato dal tornio nel quale stava lavorando. Drammatico ritrovamento intorno alle 20 a Rossetta di Bagnacavallo: a perdere la vita il 71enne Giovanni Fabbri, artigiano in pensione e molto conosciuto per la sua passione per la musica (suonava la chitarra elettrica e in passato si era esibito con il gruppo Sidney). L'allarme è scattato intorno alle 20 di giovedì sera quando la moglie, allarmata, ha allertato le forze dell'ordine in quanto il marito non rispondeva al telefono cellulare. 

La moglie ha subito avvertito i Carabinieri del fatto  che l'uomo (residente in un'altra abitazione rispetto a quella della moglie, ad Alfonsine), in pensione, era solito lavorare come tornista in un capannone vicino ad un'abitazione in via Carraia Foschini. E così i militari si sono presentati sul luogo indicato dalla donna facendo una macabra scoperta: il 71enne era stato infatti letteralmente "inghiottito" dal tornio con il quale stava lavorando, che lo aveva purtroppo dilaniato con esito mortale. Per lui non c'era già più nulla da fare.

Sul posto, oltre i Carabinieri di Lugo, anche il personale della Medicina del Lavoro, il 118 ed i Vigili del Fuoco che hanno avuto il difficile compito di estrarre i resti dell'anziano dal macchinario.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non risponde alla moglie, poi la macabra scoperta: dilaniato dal tornio con il quale stava lavorando

RavennaToday è in caricamento